Covid e carceri, disposto screening per i poliziotti penitenziari della Casa Circondariale di Trapani

Ne dà notizia il Segretario regionale della UilPa Polizia Penitenziaria

Dopo la denuncia della UilPa Polizia Penitenziaria sull’aumento dei contagi nelle carceri siciliane il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria ha disposto, in collaborazione con l’ASP di Trapani, un’attività di screening per il Covid nella Casa Circondariale di Trapani.

Ne dà notizia il Segretario regionale del sindacato Gioacchino Veneziano: “Abbiamo saputo che il Capo del Dipartimento Dino Petralia ha tenuto una riunione straordinaria con il commissario straordinario dell’ASP Paolo Zappalà per accelerare al massimo la profilassi all’interno del penitenziario trapanese”.

“Da lunedì – prosegue il sindacalista – inizierà lo screening epidemiologico a tappeto per tutti i colleghi della Polizia Penitenziaria, per dare sicurezza ai nostri colleghi impegnati nelle trincee penitenziarie, esposti ad una serie di plurimi rischi, tra cui ora il contagio”.

“Noi – conclude il dirigente sindacale regionale – ringraziamo il presidente Petralia e il commissario dell’Asp Zappalà ma vigileremo sulle procedure, insistendo sul fatto che il sindacato deve essere coinvolto nei processi propedeutici contro il contagio da Sars-Cov-2, partecipando alla stesura del protocollo sanitario, in quanto molte direttive sono fuori dell’alveo delle responsabilità della Polizia Penitenziaria”.