Corruzione e abuso d’ufficio, misure cautelari per tre funzionari pubblici e tre imprenditori [VIDEO]

Scoperti dalla Guardia di Finanza diversi illeciti a carico dell'ex direttore del Parco archeologico di Selinunte, di due funzionari regionali e tre imprenditori

I finanzieri del Comando Provinciale di Trapani hanno dato esecuzione a sei provvedimenti cautelari con i quali il gip del Tribunale di Marsala, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha disposto la temporanea interdizione dai pubblici uffici ed il divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione ad altrettanti pubblici ufficiali e imprenditori di origine agrigentina e palermitana, tutti gravemente indiziati, a vario titolo, di aver preso parte a diversi episodi di corruzione ed abuso d’ufficio, consumatisi presso il Parco archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria, negli anni 2020 e 2021.

Le indagini, condotte dalle militari delle Fiamme Gialle di Castelvetrano dall’estate del 2020, hanno consentito di accertare svariate irregolarità nella concessione di appalti pubblici da parte dell’Ente archeologico, constatando numerosi episodi illeciti a carico dell’allora direttore del Parco, di due funzionari regionali e tre imprenditori.

Nel corso delle indagini, eseguite con incroci di banche dati, intercettazioni telefoniche, analisi di tabulati telefonici, telecamere nascoste, accertamenti bancari e attività di pedinamento, i finanzieri hanno anche inserito un “trojan” sul cellulare di uno degli imprenditori, legato all’ex direttore del Parco da solidi e ben nascosti legami d’amicizia. Grazie al captatore informatico, la Guardia di Finanza, attivando il microfono del cellulare, è riuscita a costruire un quadro probatorio utile a dimostrare l’esistenza, all’epoca delle indagini, di un “patologico sistema clientelare” per l’assegnazione di commesse pubbliche ad un cartello d’imprese, perlopiù agrigentine, riconducibili alle figure dei tre imprenditori.

A fronte di una rotazione formale degli operatori economici chiamati a lavorare presso il Parco, gli investigatori hanno scoperto che le imprese beneficiarie erano puntualmente riconducibili, anche se intestate a “prestanome”, agli imprenditori legati all’allora direttore.

In tale contesto, le Fiamme Gialle hanno appurato che molte delle procedure di somma urgenza avviate dall’Ente venivano scientemente e appositamente organizzate “a tavolino”, sulla base di rapporti collusivi tra i funzionari pubblici e le imprese, attraverso uno strumentale utilizzo del MEPA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione).

Dalla ricostruzione degli inquirenti, il responsabile dell’Ente percepiva dalle imprese affidatarie varie utilità, tra le quali opere di ristrutturazione nelle abitazioni private di sua proprietà e di familiari site nelle Province di Palermo ed Agrigento, interventi di trasloco, giardinaggio e disinfestazione negli stessi giorni.

Analoghi condotte corruttive sono state rilevate a carico di un funzionario di Favara, che, in qualità di R.U.P. di vari appalti contestati dalla Guardia di Finanza, avrebbe facilitato l’illecita assegnazione degli appalti a favore di alcune ditte ricevendo in cambio danaro e l’assunzione di propri familiari.

Tra gli episodi illeciti maggiormente significativi, spiccano gli appalti legati ai lavori di adeguamento Covid-19 svolti presso il Museo del Satiro Danzante di Mazara del Vallo nel giugno 2020 e quelli relativi alla preparazione dell’evento di commemorazione di Sebastiano Tusa, tenutosi nel dicembre dello stesso anno nell’area archeologica selinuntina. GUARDA IL VIDEO

Emergenza idrica in Sicilia, Bica: “Dobbiamo coordinare gli sforzi” [AUDIO]

"Ripristinare pozzi nel Trapanese potrebbe aumentare la portata idrica fino a 150 litri al secondo"
È stato trovato in possesso di circa 50 grammi di marijuana
"Confronto con i gruppi politici sulla seconda metà del mandato”
Il tecnico granata ha evidenziato come sia necessario restare concentrati sugli altri obiettivi
A fare gli onori di casa, il comandante di Reggimento, colonnello Michelangelo Genchi
Il deputato regionale trapanese esorta il centrodestra al governo regionale alla revisione dei quattro milioni in più rispetto al 2023 destinati alle scuole paritarie
Destinati dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali alla Sicilia per il Piano di attuazione locale
"Obiettivo prioritario quello di arrestare l'esodo dei giovani siciliani verso il Settentrione"
Per individuare le cause degli sversamenti a mare nella zona Baia dei Mulini

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Effettuati 76 servizi straordinari tra centro storico di Trapani e aree ritenute “a rischio” di Alcamo, Castellammare del Golfo, Marsala, Mazara del Vallo e Salemi
La refurtiva, per un valore di circa 5mila euro, è stata restituita
Pubblicato l'Avviso di "Project Financing" per l'ampliamento del 19° Padiglione
Negli ospedali di Castelvetrano, Marsala e Trapani saranno allestiti punti informativi
Tre giornate, da oggi a domenica 14 aprile, per gli amanti del giardinaggio e del Verde