lunedì, Marzo 4, 2024

Coronavirus e carceri, firmato protocollo d’intesa tra Regione e DAP [VIDEO]

Personale sanitario e misure organizzative per prevenire e contenere il contagio da Covid-19 nelle carceri della Sicilia

Personale sanitario e misure organizzative per prevenire e contenere il contagio da Covid-19 nelle carceri della Sicilia. Lo prevede il protocollo d’intesa tra la Regione Siciliana e il Provveditorato regionale dell’Amministrazione Penitenziaria firmato stamattina a Palazzo Orléans dal presidente della Regione Nello Musumeci e dalla provveditrice regionale Cinzia Calandrino alla presenza del capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Dino Petralia, dell’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza e dell’assessore regionale al Territorio e Ambiente Toto Cordaro.

L’Assessorato alla Salute si impegna a individuare e assegnare personale sanitario (medici, infermieri, operatori) per implemetare l’adozione delle misure di prevenzione e contenimento della diffusione del coronavirus a tutela del personale penitenziario (circa 4 mila unità) in servizio nelle 23 carceri siciliane e al Provveditorato regionale della Sicilia. Le Asp provinciali avranno la possibilità di costituire presidi sanitari anti Covid negli Istituti penitenziari e garantiranno l’attuazione di specifiche misure igienico-sanitarie.

In particolare, cureranno la fornitura di tamponi per il personale delle strutture sanitarie, la somministrazione di test diagnostici per accertare l’eventuale positività al Coronavirus e di test rapidi con finalità di screening sul personale penitenziario. Garantiranno, inoltre, il monitoraggio periodico preventivo, il tracciamento degli eventuali contagi riguardanti il personale penitenziario, inclusi i volontari, i ministri di culto, gli assistenti sociali, i docenti e il personale che accede nelle carceri.
Il Provveditorato regionale si è impegnato a sensibilizzare il personale allo scrupoloso rispetto delle misure vigenti di prevenzione e contenimento della diffusione virale.

«E’ un passo significativo – ha commentato il presidente Nello Musumeci – nel processo di collaborazione tra Istituzioni perché la Regione Siciliana non può restare inerme di fronte a tutto quello che avviene all’interno delle mura carcerarie, sia per quanto riguarda il personale in divisa sia la popolazione detenuta. È chiaro che i problemi si esasperano nella stagione del Covid ma cogliamo questa opportunità per migliorare la vivibilità e la sicurezza dell’ambiente carcerario».

«Siamo grati della disponibilità manifestata dalla Regione – ha dichiarato il capo del Dap Dino Petralia – e da quanti si sono impegnati nella realizzazione di questo protocollo che rappresenta un primato per questo territorio».
«L’intesa – ha sottolineato la provveditrice Calandrino – ha lo scopo di tutelare il personale che opera all’interno delle carceri dell’Isola e che quotidianamente compie un lavoro in prima linea».

Fra le misure previste dal protocollo ci sono l’individuazione di locali in cui svolgere le attività sanitarie; il rilevamento dei fattori di rischio all’interno delle carceri; l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie; il mantenimento della distanza di sicurezza; la disponibilità di prodotti igienizzanti per il personale e dispenser accessibili negli spazi comuni; la pulizia quotidiana e la sicurezza di tutti gli automezzi; l’areazione e la pulizia degli ambienti e la successiva sanificazione nel caso sia rilevata la presenza di una persona affetta da Covid-19; la verifica della avvenuta sanificazione negli ambienti di lavoro e nelle caserme; il ricambio dell’aria nei luoghi di lavoro; la fruizione alternata degli spazi comuni; la riduzione al minimo dei tempi di permanenza e l’organizzazione delle riunioni di lavoro in modalità a distanza.

Il protocollo prevede anche una formazione concordata fra istituzione penitenziaria e Asp rivolta al personale delle carceri con riferimento all’analisi del contesto ambientale e alle variabili che influenzano lo stato di salute psicofisica.

https://fb.watch/386VMuhaNy/

L’amatoriale che riempie i teatri, Ariston sold-out a Trapani con 50&più [AUDIO]

"Ignazio e Franca Florio, storia di una illusione", ne abbiamo parlato con Cinzia Saura
Andrà alla prestigiosa internazionale grazie al suo Freestyle nel Livello A Senior
La pronuncia del giudice di pace di Trapani sull'episodio dello scorso 15 giugno,
Più di 45 atleti provenienti da tutta la Sicilia hanno partecipato al raduno della Federazione Italiana Rugby che si è svolto a Trapani
"Si rafforza il legame tra le nostre tradizioni secolari e la volontà di preservare e promuovere la nostra identità culturale", dice il sindaco

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Decisiva la difesa dei granata: partita combattuta con Piacenza che vende cara la pelle
L'assessore regionale Turano: «Combattiamo la dispersione con l'offerta culturale»
L'installazione delle attrezzature è stata finanziata al Comune di Petrosino con fondi del PNRR