mercoledì, Febbraio 28, 2024

Controlli della Guardia Costiera, sequestrate 4,5 tonnellate di prodotti ittici

Operazione per combattere la pesca illegale di crostacei di profondità

Al termine di una complessa attività investigativa, la Guardia Costiera ha sequestrato oltre 4,5 tonnellate di prodotto ittico appartenente a specie cosiddette demersali, destinate alla vendita a Mazara del Vallo, elevando pesanti sanzioni amministrative per un importo complessivo di 6.000 euro.

L’attività è stata condotta tramite una serie controlli incrociati eseguiti attraverso gli avanzati sistemi di monitoraggio del traffico marittimo, anche finalizzati alla vigilanza in mare, su pescherecci impegnati nella pesca dei crostacei di profondità nel Tirreno Centrale. Tipologia di pesca, quest’ultima, attualmente oggetto di particolari restrizioni – a livello nazionale e europeo – per tutelare le specie come il gambero rosa mediterraneo (Parapenaeus longirostris), il gambero rosso mediterraneo (Aristaemorpha foliacea) e il gambero viola mediterraneo (Aristeus antennatus) e permetterne la ricostituzione e il rinnovo in un delicato equilibrio di armonizzazione con le esigenze economiche di settore.

A far scattare l’intervento dei militari della Guardia Costiera di Olbia, Golfo Aranci e Porto Rotondo – coordinato dal Centro di controllo regionale Guardia Costiera del Nord-Sardegna – è stato il protrarsi dell’attività di uno dei pescherecci monitorati nelle acque antistanti La Maddalena, per diverse ore, nella nottata di sabato scorso, giornata durante la quale questo tipo di pesca è vietato nel Mediterraneo occidentale.

Il peschereccio, e ulteriori due imbarcazioni, sono stati così ispezionati all’arrivo nel porto di Golfo Aranci dove avevano iniziato a sbarcare il prodotto ittico e a caricarlo in un camion refrigerato al cui interno erano già presenti ulteriori catture, a loro volta sbarcate a Portoferraio da un quarto peschereccio.

Gli ispettori della Guardia Costiera hanno così proceduto al sequestro di circa 3 tonnellate di prodotto ittico (scampi, gambero rosso e gambero viola), elevando le relative sanzioni, dopo aver rilevato sulle etichette di accompagnamento l’erronea indicazione “Sicilia meridionale” come zona di pesca dello prodotto. Ultimato il caricamento – per evitare l’interruzione della catena del freddo – sono stati apposti i sigilli per consentirgli di raggiungere Mazara del Vallo.

Ad attenderlo all’arrivo in porto a Mazara, due giorni dopo il primo accertamento, era presente il personale della locale Capitaneria di porto, allertato dal Centro di Controllo Area Pesca del Comando regionale della Guardia Costiera della Sicilia occidentale, in continuo contatto con il Centro di controllo di Olbia.

Proseguiti gli accertamenti, gli ispettori hanno rinvenuto a bordo dello stresso mezzo ulteriori 1.5 tonnellate di prodotto ittico non tracciato e non correttamente etichettato che è stato posto sotto sequestro con elevazione della relativa sanzione allo stabilimento di destinazione.

Baroni Birra vince il premio “Birrificio Artigianale d’Italia” [AUDIO]

La Baroni Birra di Dattilo vince il Sicily ed Italy Food Awards. Ne parliamo con Luigi Di Via
L'iniziativa è organizzata insieme con Opificio Territoriale
Arriva l'ok anche per il Documento Unico di Programmazione 2024/2026
L'iniziativa è organizzata insieme al Banco Alimentare della Sicilia Occidentale - Palermo
La bellezza della fede per una spiritualità che sa vedere
La squadra emiliana ha la seconda miglior difesa in campionato con soltanto 22 reti subite
Quattro pregiudicati trapanesi sono stati sorpresi alla guida dei rispettivi veicoli senza patente

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Venerdì una doppia seduta d'allenamento e la conferenza prepartita
Oipa Partanna: «Mancano vaccini, vermifughi e antiparassitari, poche le sterilizzazioni»
Il presidente della Regione Schifani: «Soddisfatti per obiettivo raggiunto»
Lo slargo di via XXX Gennaio vicino ai palazzi della Prefettura, della Questura, del Tribunale e del Comune