Conferimenti sbagliati, le multe delle Guardie Ambientali e le vedette dei… rifiuti

TRAPANI. Le vedette dei… rifiuti. Non per far rispettare gli orari di conferimento, ma per evitare che vengano elevate le sanzioni a chi si vuole disfare della spazzatura in modo errato. Eppure, nonostante questo, sono state oltre 800 le multe che le Guardie Ambientali hanno elevato negli ultimi mesi per l’errato conferimento dei rifiuti nei cassonetti, per un importo di poco superiore ai 42 mila euro. Le Guardie Ambientali, infatti, hanno raggiunto un accordo con la Trapani Servizi, la società che ancora oggi gestisce il ciclo dei rifiuti in città, e, in collaborazione con la polizia municipale, girano un lungo ed in largo il territorio comunale non tanto per sanzionare i cittadini, ma soprattutto per spiegare loro come devono conferire i rifiuti. A cominciare dall’orario, fino alla tipologia di spazzatura. Perché se da un lato molte sanzioni sono di 50 euro perché il cittadino abbandonava la spazzatura fuori dall’orario corretto, dall’altro sono diverse quelle da 200 euro per l’abbandono degli ingombranti. Ed in un caso la multa ha anche raggiunto i 600 euro, elevata ad un cittadino che aveva deciso di lasciare in strada praticamente l’intero arredo della sua abitazione.

Le Guardie Ambientali, dirette da Danilo Catania, però, si sono imbattute anche nelle “vedette”. Ragazzi che si posizionano nelle vicinanze dei cassonetti ed avvisano i cittadini della presenza delle Guardie Ambientali, facendo in modo che gli abitanti non si fermino per abbandonare la spazzatura, ma scelgano un altro cassonetto, sempre in un orario nel quale il conferimento non è previsto o, ancora, un altro punto della città per lasciare la spazzatura ai bordi della strada. Ed in un caso le Guardie Ambientali sono state costrette anche a chiamare i vigili urbani perché gli abitanti del quartiere nel quale si erano fermati per eseguire i controlli, hanno cominciato a lanciargli contro di tutto.

Un’altra particolarità, poi, è rappresentata dalla residenza dei multati. I trapanesi, infatti, sono meno della metà, mentre gli altri sanzionati abitano soprattutto ad Erice, Valderice e Paceco confermando, così, quel trend del quale un po’ tutti avevano sentore. Per evitare di differenziare nei loco Comuni, chi ogni giorno raggiunge Trapani per i più svariati motivi, decide di portarsi dietro il sacchetto con la spazzatura e lo abbandona nei cassonetti. A non rispettare le regole sui rifiuti, infine, sono cittadini di ogni genere e rango sociale. Tra i sanzionati, infatti, figurano appartenenti alle forze dell’ordine ed anche un viceprefetto ormai in pensione.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
La storica Biblioteca diventa interattiva e accessibile a tutti grazie all'introduzione di tecnologie digitali all'avanguardia
"Un anno fa l'annuncio del ripristino delle risorse finanziarie e della necessità di avviare una nuova procedura di gara, ma nulla si è mosso"
Nella zona nord riguarda le utenze private mentre nella zona sud le utenze commerciali
Il militare si trovava, libero dal servizio, in un centro commerciale a Milazzo, nel Messinese
La cerimonia di professione solenne il 28 giugno alle 17 nella chiesa di Santa Maria di Gesù
Promosso dalla coop sociale Badia Grande in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Il 10 ottobre scorso il Consiglio comunale aveva deciso il conferimento accogliendo la proposta della Giunta
Presentato progetto per l'installazione di ulteriori telecamere per la sorveglianza del territorio
È la seconda unità del genere della Compagnia di navigazione
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia