Comune di Trapani: no alla creazione di un deposito di rifiuti radioattivi a Fulgatore

Gli ordini professionali degli Agronomi, Geologi, Ingegneri hanno prodotto documenti che testimoniano come oltre all'inadeguatezza delle infrastrutture si affianchino svariate altre motivazioni contro la realizzazione del deposito

Un “no” secco alla creazione di un deposito nazionale dei rifiuti radioattivi in Sicilia giunge anche dal Comune di Trapani – il cui territorio di Fulgatore verrebbe coinvolto dall’iniziativa – presente al tavolo convocato a Palermo qualche giorno fa con l’assessore Giuseppe Pellegrino.

A dirlo sono i sindaci dei cinque comuni coinvolti insieme all’intera deputazione regionale, supportati anche dalle relazioni pervenute.

È stato proprio il Comune di Trapani a contattare gli ordini professionali degli Agronomi, Geologi, Ingegneri – che il Comune ringrazia per il lavori svolto – i quali hanno prodotto documenti che testimoniano come oltre all’inadeguatezza delle infrastrutture si affianchino svariate altre motivazioni contro la realizzazione del deposito, ossia: terremoti, zone abitate in prossimità dell’area, zona di produzione della denominazione di origine dei vini DOC Erice, possibilità di piene lampo, presenza di produzioni agricole di qualità, presenza dell’acquedotto di Montescuro ovest.

«Massima compattezza del fronte del “no” supportato anche dall’Arpa, dall’INGV, dal CARS, dal Gal Elimos e da Sicindustria al fine di scongiurare uno scempio intollerabile per il nostro territorio – dichiarano il sindaco Tranchida e l’assessore Pellegrino -. Impegno concreto per fermare questa follia».

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
La storica Biblioteca diventa interattiva e accessibile a tutti grazie all'introduzione di tecnologie digitali all'avanguardia
Presentato progetto per l'installazione di ulteriori telecamere per la sorveglianza del territorio
Lo dispone, per oggi, un provvedimento della Polizia Municipale
Il 10 ottobre scorso il Consiglio comunale aveva deciso il conferimento accogliendo la proposta della Giunta
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 15 giugno
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»