Chiude la Banca d’Italia a Trapani: venerdì 21 dicembre l’ultimo giorno di operatività

TRAPANI. Venerdì 21 dicembre. Sarà questo l’ultimo giorno di operatività della Banca d’Italia a Trapani. Poi l’Unità di Servizio territoriale chiuderà i battenti, per sempre, così come ha deciso la sede centrale, la quale ha programmato una riorganizzazione in tutto il Paese. Tanto che a chiudere entro la fine dell’anno non sarà soltanto la Banca d’Italia di Trapani, ma diverse in tutto il territorio nazionale e, in Sicilia, ne resteranno attive soltanto tre: Palermo, Catania ed Agrigento.

Attraverso questa azione di “snellimento”, Banca d’Italia ridurrà di 22 le filiali sparse in tutto il Paese, con una contrazione anche del personale: circa 360 sui 7 mila totali. L’immobile, che si snoda su due piani, è già stato posto in vendita da Banca d’Italia e si attendono eventuali acquirenti. Il declassamento era già cominciato tre anni addietro quando quella che fino a venerdì 23 ottobre era una filiale, lunedì 26 divenne “Unità di Servizio Territoriale”. Già, di fatto, sezione staccata di Palermo non svolgendo più servizi di cassa.

La Banca d’Italia era “sbarcata” a Trapani nel 1920, trovando sede in piazza Cuba. Poi si trasferì in via Giovan Battista Fardella e, infine, in piazza Scarlatti, vedendo la luce nello stesso spazio che prima era occupato dal Teatro Garibaldi, venduto nel secondo dopoguerra dal Comune per via dei gravi danneggiamenti subiti dalla struttura per via dei bombardamenti.

Alberto Anguzza, dagli Ottoni Animati ai cartoni animati è un attimo [AUDIO]

Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
L'organismo ha lo scopo di effettuare un monitoraggio congiunto e una valutazione complessiva degli interventi
Il sindaco Forgione: "Bloccate risorse per importanti opere"
L'inizio della sua collaborazione con la squadra di calcio cittadina risale al 1975
Giovedì 18 luglio alle ore 20.30 con ingresso libero
Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
Si spazierà tra proposte differenti che vadano incontro a pubblici diversi, tra teatro, musica e danza
Fondato nel 1991, per iniziativa di Antonio Sottile, ha preso parte a centinaia di concerti e manifestazioni artistiche in Italia e in Europa
Il teatro si colorerà di un immersivo fuoco "buono" che assale le colonne, si inerpica e tinge il tempio di rosso. Le repliche si terranno il 16, 17 e 18 luglio
Inaugurazione il 21 luglio, alle ore 19:00, con il concerto "Capo Verde in Musica Jerusa Barros 4th” presso il teatro a mare “Pellegrino 1880”
Dal 17 al 19 luglio in corrispondenza di un passaggio a livello

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, era stato assolto dalla Cassazione nel 2023
Era in possesso di dosi di ecstasy e hashish e i denaro contante
La signora Marika ha scritto a "dillo a TrapaniSì"
La presidente di "Nessuno tocchi Caino" sottolinea anche la mancanza di poliziotti penitenziari in servizio