domenica, Marzo 3, 2024

Che cosa sono i vaccini? Perché sono importanti? E i vaccini per il Coronavirus?

Ebbene sì, i vaccini sono importanti! Quella punturina che fa così paura è in realtà preziosissima, e permetterà a tutti noi di avere una vita finalmente serena rientrando con sicurezza alla nostra vita di comunità!

Pensate, amici miei, in quanti si ammalavano, prima di questa scoperta. Grazie alle vaccinazioni, malattie mortali come il vaiolo sono state debellate, mentre è stata ridotta molto la diffusione di altre, come ad esempio il morbillo!

Come funzionano i vaccini?

Introducendo nel nostro sangue un piccolissimo rappresentante del virus o batterio da combattere, il nostro sistema immunitario si “allena” a riconoscerlo e a combatterlo. È troppo piccolo affinché possa bastare a farci ammalare, ma abbastanza grande per dare al nostro corpo tutte le informazioni necessarie per combatterlo e distruggerlo.

Questo rappresentante della malattia non è solo piccolo, ma prima di essere iniettato i chimici lo alterano, facendone una versione attenuata e inoffensiva.

La situazione di emergenza e la necessità di accelerare i tempi per poter avere a disposizione dei vaccini sicuri ed efficaci hanno reso necessario il ricorso a procedure del tutto innovative; per tale motivo, parallelamente alla realizzazione degli studi pre-clinici e di quelli clinici di fase I, II e III, si è avviata la preparazione della produzione su scala industriale, ai fini della distribuzione commerciale.

Quest’ultima, peraltro, non può aver luogo prima che le Agenzie regolatorie (per l’Europa l’EMA) abbiano compiuto i necessari approfondimenti, atti a garantire la sicurezza e l’efficacia del prodotto!

Quali anticorpi rispondono al coronavirus?

Nel caso del coronavirus i linfociti B producono anticorpi specifici che si legano alla glicoproteina spike, presente sulle punte della “corona” del virus. Questa glicoproteina si lega ai recettori presenti sulla superfice delle cellule umane(ACE2), facendovi entrare il virus.  Gli anticorpi contro la glicoproteina S bloccano il legame con il recettore e quindi impediscono l’infezione.

Il vaccino anti-Covid 19 stimola la produzione di tali anticorpi.

I vaccini anti-Covid19 si differenziano per il tipo di meccanismo e per il tipo di conservazione, alcuni richiedono la catena del freddo estrema (-20/-70°C), altri (vaccini a mRNA) la catena del freddo standard (tra i 2 e gli 8 °C).

Dopo il rilascio dei primi dati delle sperimentazioni di fase 3, Pfizer e BioNTech hanno chiesto il permesso normativo per distribuire il loro vaccino secondo le regole di utilizzo in emergenza. Anche lo sviluppatore di un altro vaccino leader, AstraZeneca, ha concluso la sperimentazione e si avvia a essere autorizzato.

Vaccini che fra poco in Europa dovrebbero ricevere l’autorizzazione all’immissione in commercio sono quindi:

– BioNTech mRNA-1273 di Moderna: efficacia confermata al 94,1% e 100% nei casi gravi

– BNT162b2 di Pfizer

– AZD1222: il vaccino di AstraZeneca efficace in media al 70%

In Cina stanno utilizzando invece

  • ChAdOx1 nCoV-19: sicurezza e immunogenicità in giovani adulti e anziani.

In Russia stanno adoperando

  • Sputnik V: il vaccino russo efficace oltre il 95% a 42 giorni dalla prima dose

Altre opzioni terapeutiche sono:

  • Remdesivir: AIFA, uso in casi selezionati (Utilizzato per Silvio Berlusconi)
  • Eparine: AIFA ha infatti aggiornato la scheda informativa
  • Plasma iperimmune: grazie a uno studio italiano
  • Tocilizumab: grazie al trial Remap-Cap
  • Interferone (SNG001) inalato contro il coronavirus in UK
  • Anticorpi: Bamlanivimab riduzione della carica virale
  • Baricitinib: terapia promettente nei pazienti con polmonite moderata

Per chi continua ad affermare il vaccino è importante ma non mi vaccino perché non ci sono dati.

Vi invito a leggere i dati, freschissimi, appena usciti, preliminari ma molto promettenti, sulla durata del vaccino Moderna riportati nello studio.

“Durability of Responses after SARS-CoV-2 mRNA-1273 Vaccination” del December 3, 2020 DOI: 10.1056/NEJMc2032195

Speriamo anzi che i vaccini anti-Covid 19 siano disponibili presto e per tutti i popoli nel mondo!!!

I vaccini contro il Coronavirus dovranno essere per tutti e non potranno essere commercializzati da pochi con il semplice fine di arricchirsi. La salute, oltre che individuale, è anche un bene pubblico!

Una società sana è quella che si prende cura della salute di tutti. Invito tutti a vaccinarsi contro il Covid 19 appena sarà disponibile. La scienza ci permette di essere ottimisti e ci rassicurerà sulla sua sicurezza ed efficacia!

Segue link dello studio recentissimo sui vaccini anti-Covid 19 (Moderna) del 3 dicembre 2020 pubblicato sul

The New England Journal of Medicine (NEJM)

Segue link:

https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMc2032195?query=RP

Vaccinarsi fa parte, insieme alle mascherine e al distanziamento sociale di quei piccoli gesti che possono salvare la tua vita e quelle delle persone a te vicine!!!

Punto Salute News è il blog del dottor Andrea Re. È possibile interagire con lui attraverso la sua pagina Facebook.

L’amatoriale che riempie i teatri, Ariston sold-out a Trapani con 50&più [AUDIO]

"Ignazio e Franca Florio, storia di una illusione", ne abbiamo parlato con Cinzia Saura
L'assessore regionale Turano: «Combattiamo la dispersione con l'offerta culturale»
Si completa così l'ultimo step dettato dal protocollo d’intesa tra Assessorato regionale della Salute e sindacati

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Si attende adesso il parere dei Revisori per l'approvazione in Consiglio Comunale
Di Dia e Falco: “Chiederemo incontro al nuovo commissario per l’emergenza siccità Cartabellotta”
Dal prossimo 6 marzo in via Vittorio Alfieri, 9 il primo mercoledì di ogni mese dalle 16 alle 18
"Ho scritto di Giuda perché mi è sempre piaciuto raccontare le ombre, dice il giornalista e scrittore trapanese