CGIL e UIL organizzano una raccolta firme contro l’autonomia differenziata

I sindacati chiedono al presidente della Regione Sicilia Renato Schifani di ritirare il suo appoggio alla riforma avviata dal governo Meloni

Si terrà anche a Trapani la raccolta di firme organizzata da Cgil e Uil Sicilia, insieme alle categorie del pubblico impiego e dei pensionati, per chiedere al presidente della Regione Sicilia Renato Schifani di ritirare il suo appoggio alla riforma sull’autonomia differenziata avviata dal governo Meloni.

Gli appuntamenti attualmente in programma sono due: domani 14 giugno, dalle 9 alle 13, davanti l’ospedale di Erice Sant’Antonio Abate, e martedì 20 giugno, stesso orario, davanti la villa comunale Margherita di Trapani.

“Abbiamo scelto di far partire emblematicamente la raccolta firme dalla struttura ospedaliera trapanese – affermano i segretari generali di Cgil e Uil Trapani Liria Canzoneri e Tommaso Macaddino -. La sanità pubblica, e con essa il diritto alla salute dei siciliani, rischia di pagare il prezzo più alto se l’autonomia differenziata sarà legge. Riteniamo poi che insieme ad essa, saranno intaccati anche i diritti fondamentali all’istruzione e alla mobilità, rispetto ai quali crescerà il gap con le regioni più forti del Paese, che continueranno ad attrarre dal Sud risorse economiche e intelligenze depauperando i nostri territori”.

“Il progetto del governo – aggiungono – darebbe il colpo di grazia a un sistema sanitario già debole, che necessita di investimenti pubblici per strutture e personale. Tutte le problematiche emerse durante la pandemia, come l’allungamento delle liste d’attesa e la carenza di personale, sono destinate ad aggravarsi con l’autonomia differenziata, indebolendo il sistema sanitario nazionale nel suo complesso e rendendo impossibili interventi di riequilibrio”.

E concludono “per Cgil e Uil i diritti fondamentali devono essere ugualmente esigibili in tutta la penisola italiana, ne va della tenuta del Mezzogiorno e anche dell’unità del paese. Serve un’ampia mobilitazione a tutela di diritti di tutti. Vi invitiamo, dunque, a dire “No” in massa firmando la petizione contro il regionalismo differenziato”.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
È la seconda unità del genere della Compagnia di navigazione
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia
La notizia è stata comunicata durante una riunione alla Prefettura di Trapani
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 15 giugno
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale