Cellulari alla guida, la Polstrada di Trapani multa 36 automobilisti

La recidiva dell’infrazione nel corso di un biennio, comporta la sospensione della patente di guida da 1 a 3 mesi

Sono 36 le violazioni sull’utilizzo di telefoni cellulari durante la guida contestate, ad altrettanti automobilisti, dalla Polizia Stradale di Trapani nel corso dei controlli effettuati nel fine settimana appena trascorso. In totale sono stati controllati 60 veicoli.

L’obiettivo è stato quello di sensibilizzare l’utenza alla guida di un veicolo, sia esso auto, bicicletta, mezzo pesante, monopattino, armonizzando prevenzione e controllo. È importante comprendere come il multitasking alla guida sia solo una pericolosa bugia – dicono dalla Stradale di Trapani – nel senso che l’essere umano non è in grado di fare bene più cose contemporaneamente e, quindi, concentrarsi sull’uso del telefonino distoglie necessariamente e fisiologicamente l’attenzione necessaria dalla guida.

La diffusione di questi dispositivi e la presenza su di essi di moltissime app, accessibili anche con l’uso di una sola mano, sta ampliando notevolmente i fattori di rischio di incidenti stradali per condotte di guida incerte, non lineari, rallentate o per manovre improvvise e non presegnalate, comportamenti che richiedono una sempre più efficace risposta in termini di prevenzione e di repressione.

La Polizia Stradale effettuerà periodicamente questi controlli per la sicurezza stradale, ricordando che la recidiva dell’infrazione nel corso di un biennio, comporta la sospensione della patente di guida da 1 a 3 mesi.