Castelvetrano, la DIA confisca beni ad imprenditore per 300mila euro [VIDEO]

L'uomo è ritenuto "vicino" alla locale famiglia mafiosa

Beni per un valore di circa 300 mila euro sono stati confiscati dalla DIA0, in’esecuzione al Decreto emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Trapani, nei confronti di un imprenditore di Castelvetrano attivo nel settore del gioco e delle scommesse.

Le risultanze delle indagini, avviate dopo l’operazione “Anno Zero” del 2018 – nell’ambito della quale l’uomo è stato condannato a 16 anni di reclusione – sono suffragate dalle dichiarazioni di diversi collaboratori di giustizia che hanno confermato l’espansione nella Sicilia occidentale di agenzie di scommesse affiliate a siti di gioco on line a lui riconducibili. L’imprenditore avrebbe elargito periodicamente somme di denaro, utilizzate sia per il sostentamento dei familiari di Matteo Messina Denaro sia per quello dell’organizzazione mafiosa.

Nel provvedimento di confisca si sottolinea che l’uomo aveva organizzato, parallelamente a quello legale, “un proprio sito di gioco illegale lucrando ingenti guadagni” con movimentazione di denaro contante e con il sistema “SKRILL” che eludeva la normativa antiriciclaggio sul tracciamento delle operazioni.
La ricostruzione eseguita, dice il giudice, evidenzia le modalità attraverso le quali l’imprenditore “pur non essendo inserito organicamente nel sodalizio mafioso – contribuiva in modo significativo al sostentamento economico dell’associazione”, entrava in affari con appartenenti all’organizzazione mafiosa castelvetranese, i quali richiedevano allo stesso “un pensiero” (somme di denaro) per familiari di mafiosi in difficoltà.

Il provvedimento di confisca ha riguardato l’intero compendio aziendale di due società di capitali e una ditta individuale (con sedi a Palermo e a Castelvetrano) nel settore della ristorazione e nei servizi informatici di gestione di sale giochi e scommesse, un appartamento, un appezzamento a Castelvetrano, diverse auto e moto, quattro conti correnti bancari, una polizza assicurativa, depositi e rapporti con Istituti di credito.

I beni erano già stati sottoposti a sequestro nel 2019 a seguito del provvedimento cautelare anticipato emesso dal Tribunale di Trapani su proposta congiunta del procuratore della Repubblica e del direttore della Dia. GUARDA IL VIDEO 

 

Alberto Anguzza, dagli Ottoni Animati ai cartoni animati è un attimo [AUDIO]

Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
La presidente di "Nessuno tocchi Caino" sottolinea anche la mancanza di poliziotti penitenziari in servizio
Accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, era stato assolto dalla Cassazione nel 2023
Si spazierà tra proposte differenti che vadano incontro a pubblici diversi, tra teatro, musica e danza
Fondato nel 1991, per iniziativa di Antonio Sottile, ha preso parte a centinaia di concerti e manifestazioni artistiche in Italia e in Europa
Il teatro si colorerà di un immersivo fuoco "buono" che assale le colonne, si inerpica e tinge il tempio di rosso. Le repliche si terranno il 16, 17 e 18 luglio
Inaugurazione il 21 luglio, alle ore 19:00, con il concerto "Capo Verde in Musica Jerusa Barros 4th” presso il teatro a mare “Pellegrino 1880”
Dal 17 al 19 luglio in corrispondenza di un passaggio a livello

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Grazie ad un finanziamento di circa 6milioni 900mila di euro di fondi del Pnrr
Focus su libertà d’espressione ma anche su libertà dalla povertà e libertà dalla paura della guerra
Primo appuntamento della rassegna letteraria giovedì 18 luglio al Teatro comunale di Valderice