Castellammare del Golfo, in fiamme Monte Inici

Distrutti 350 ettari di alberi e macchia mediterranea

AGGIORNAMENTO ORE 11
Dalle ultime notizie disponibili, la situazione è sotto controllo ma si temono ripartenze visto il forte vento. Le squadre della Protezione civile regionale – tra cui quelle di SOS Valderice – e dei Vigili del fuoco sono ancora sul posto.

Foto: SOS Valderice

Come ha reso noto stamattina il sindaco Giuseppe Fausto, l’incendio è divampato ieri intorno alle 19,40: un fronte di fuoco partito dalla zona “Madonna di Fatima” ha poi lambito l’area del Belvedere, spostandosi in zona “Craparello” da dove si è diviso raggiungendo pizzo Teleffio, nella parte alta della montagna, mentre l’altro fronte ha interessato la zona Costa Larga-Romita. La montagna che sovrasta Castellammare del Golfo è rimasta tragicamente illuminata dal fuoco per tutta la notte. È  stato evacuato in via precauzionale un ristorante sul Belvedere. Carabinieri, Polizia di Stato e personale Anas hanno garantito le condizioni di sicurezza sulla viabilità, in particolare sulla SS 187, più volte chiusa e riaperta in base alle condizioni del vento.
“I più fronti di fuoco – afferma il sindaco – lasciano pensare a roghi di natura dolosa“.

Fausto è rimasto sui luoghi fino a stamattina ma, al momento, lo stato di allerta è rientrato; rimangono gli operatori a presidiare le aree che stanno per essere bonificate. «Un inferno di fuoco e ancora ferite insanabili e – dice amareggiato il sindaco – incalcolabili danni ambientali ed economici ad un territorio martoriato da una piaga gravissima che danneggia l’intera comunità. Grazie a quanti hanno messo e stanno mettendo in sicurezza le aree anche a rischio della loro incolumità».

***
Non è stato ancora domato il vasto incendio divampato ieri sera su Monte Inici, nel territorio di Castellammare del Golfo. Le fiamme sono partite nella zona del Belvedere, nelle vicinanze del centro abitato, e sono subito diventate pericolose perché alimentate dal forte vento di Scirocco.

Foto: SOS Valderice

Sul posto sono intervenuti Vigili del Fuoco – con sei squadre e due autobotti provenienti non solo dal Comando di Trapani ma anche da quello di Palermo – Protezione Civile, con diverse associazioni  allertate dal Dipartimento regionale, e Corpo Forestale. Non essendo ancora la stagione, non ci sono gli operatori del Servizio Anti Incendi Boschivi regionale con mezzi e autobotti.

Le operazioni di spegnimento, andate avanti per tutta la notte, sono rese difficili proprio dalle forti raffiche di vento. Il fuoco ha divorato alberi e macchia mediterranea. Dalle prime informazioni disponibili si tratterebbe di circa 350 ettari di vegetazione distrutti.

Foto: Vigili del fuoco

Al momento si registrano più fronti attivi, sulla parte alta della montagna. I Vigili del fuoco sono dislocati a protezione delle abitazioni e della SS 187. È stato chiesto l’intervento aereo dei Canadair ma giunti sul posto, a causa del forte vento, non hanno potuto operare.

Foto: Vigili del fuoco

Altro che sindaco o assessore, a Trapani decidono i topi [AUDIO]

Intervista all'assessore Emanuele Barbara e a Livio Marrocco presidente di Nova Civitas
Intervista all'assessore Emanuele Barbara e a Livio Marrocco presidente di Nova Civitas
Con Ornella Fulco parliamo del primo appuntamento della rassegna letteraria di questa sera, giovedì 18 luglio al Teatro comunale di Valderice
Nascondeva una pistola d avrebbe messo a disposizione del boss un garage trasformato in appartamentino
Si tratta del terzo spettacolo in cartellone e si terrà al Salotto Culturale Insonnia il 24 luglio
L'autrice firmerà il suo libro “Granita e baguette”, nuovo “capitolo” della saga delle Signore di Monte Pepe
Lo scrittore trapanese torna a trattare in chiave romanzata lo scottante tema della violenza sulle donne
Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Si prosegue, fino al 20 luglio, con un ricco programma di proiezioni a cielo aperto, incontri e dibattiti, degustazioni e spettacoli
Due mesi di concerti, spettacoli e performance che abbracciano sette secoli di storia musicale, dal Medioevo al Barocco
Schifani: «Ordinanza per tutelare la salute degli addetti più a rischio»