Caso Denise, oggi la verità su Olesya

Nella puntata della trasmissione TV russa di oggi il confronto con il legale di Piera Maggio

Bisognerà attendere oggi pomeriggio, a partire dalle 19.45 locali (in Italia saranno jd 18.45) per sapere se
Olesya Rostova, la ventenne che ha lanciato un appello per trovare la sua vera madre sulla tv russa, sia Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo, quando non aveva ancora 4 anni, l’11 settembre 2004.

Ieri sul primo canale della emittente è andata in onda una prima puntata di approfondimento del caso che la trasmissione “Lasciali parlare” sta dedicando alla vicenda della giovane che fu trovata bambina insieme ad una donna nomade e poi collocata in orfanotrofio.

Una storia che – dopo il sorgere dell’ipotesi Denise – è uscita dai confini della Russia e ha assunto connotati internazionali: un clamore che la tv russa sta cavalcando, tanto da destare la ferma reazione del legale di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, che all’Ansa, aveva dichiarato che lui e la famiglia non avrebbero accettato alcuna “passerella televisiva” se non fossero stati preventivamente messi a conoscenza dei dati scientifici riguardanti la giovane russa. Ieri poi, lo stesso Frazzitta, sempre all’Ansa, aveva dichiarato di aver ricevuto una mail dall’avvocato di Olesya Rostova in cui si offriva collaborazione in tal senso e che quindi, avrebbe partecipato alla registrazione della puntata della trasmissione che andrà in onda oggi. E il conduttore del talk show russo ha scritto sui social: «Quale sarà il vero nome di Olesya: Angela, Lidia o Denise?».

Nella puntata di ieri pomeriggio, intanto, è stata ospite in studio una donna la cui figlioletta di 4 anni sparì nel nulla, proprio come Denise, insieme ai suoi altri figli.
Con una serie di video, è stata
raccontata la storia e sono stati mostrati i luoghi – un villaggio rurale – dove vive la famiglia. In un altro servizio, l’intervista ad Olesya con le immagini dei luoghi dove ha vissuto da piccola e foto di lei bambina.

È stato mostrato che a entrambe, già nei giorni scorsi, è stato prelevato il DNA e solo dopo una lunga conversazione con svariati ospiti, in studio è arrivata anche la giovane che è stata fatta sedere accanto alla presunta madre.

Sempre nel corso della puntata di ieri sono state presentate altre due donne russe che pensano che Olesya possa essere la loro figlia scomparsa nel nulla, di una era presente in studio il figlio.

Tra le immagini trasmesse anche quelle andate in onda, in questi giorni, sulle reti televisive italiane, con le foto di Denise e di Piera Maggio accostate al volto di Olesya Rostova, per lanciare l’appuntamento di oggi.

Nella trasmissione, in collegamento dall’Italia, anche l’infermiera di origine russa che – dopo averne visto l’appello sulla Tv russa – ha informato la redazione di “Chi l’ha visto”, colpita dalla somiglianza tra la giovane e Piera Maggio..

La nuova puntata di “Lasciali parlare” è stata registrata ieri pomeriggio ma tutti i partecipanti sono stati impegnati a mantenere il segreto su ciò che sarà rivelato nel corso della trasmissione dove ci saranno, in collegamento, anche l’avvocato Giacomo Frazzitta e Piera Maggio. L’esito degli accertamenti – come ha già reso noto il legale – sarà comunicato alla Procura della Repubblica di Marsala che da 17 anni indaga sulla vicenda.

Intanto, secondo le ultime indiscrezioni raccolte sul web, Olesya sarebbe entrata in contatto con una sorella tramite i social e, alla luce di ciò, sfumerebbe la speranza, per i genitori di Denise, che quella giovane in cerca della madre sia la loro figlia.