Controlli dei Carabinieri di Mazara, due arresti e sette denunce

Uno dei due arrestati è un 19enne accusato di maltrattamenti in famiglia

È di due persone arrestate e sette denunciate il bilancio dei controlli effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo nello scorso fine settimana.

A finire in manette a Campobello di Mazara è stato un 51enne in ottemperanza all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Palermo perché deve scontare circa un mese di reclusione circa, e un 19enne al quale è stato notificato il provvedimento che sostituisce la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento alla parte offesa con la misura più afflittiva della custodia cautelare in carcere per aver violato più volte le prescrizioni del giudice ed aver aggredito e maltrattato i familiari avanzando continue richieste di denaro per l’acquisto di stupefacenti.

Durante controlli sulla circolazione stradale sono stati denunciati due soggetti per guida senza patente perché revocata, con reiterazione nel biennio, altri due soggetti per porto ingiustificato di armi e/o oggetti atti ad offendere – poiché trovati in possesso di coltelli a serramanico, un 30enne per aver rifiutato di sottoporsi al esame tossicologico, rimediando il massimo della sanzione e un 59enne, in atto sottoposto a detenzione domiciliare, perché, a seguito di un controllo, è stato sorpreso all’esterno dell’abitazione senza giustificato motivo. I militari dell’Arma hanno denunciato anche un 47enne, sottoposto alla sorveglianza di P.S., perché senza le previste autorizzazioni, è stato sorpreso a realizzare opere di muratura all’ingresso della palazzina di proprietà comunale dove è ubicate il suo appartamento

Sono stati segnalati, inoltre, alla Prefettura di Trapani sette soggetti, con precedenti di polizia, trovati in possesso di modifiche quantità di stupefacenti.