Capodanno in piazza: Trapani e Marsala le grandi assenti

Eventi a Erice, Valderice, Alcamo e Castellammare. Marsala sceglie di non fare, Trapani sceglie altro: la morte del pop è servito

Sono le due città più grandi della provincia, eppure, in questo 31 dicembre, sono anche le più piccole e meno organizzate. Trapani e Marsala, per anni divise da inutili campanilismi, oggi sono unite, affine, nell’immobilismo culturale per il fine anno. Nel due più importanti realtà, infatti, non si brinderà in nessuna piazza pubblica l’arrivo del nuovo anno.

Ad Erice, a partire dalle 19.00 del 31 dicembre, e fino a tarda serata sarà possibile ammirare una suggestiva installazione artistica, firmata da Nicola Augugliaro, negli spazi dell’Istituto Blackett-San Domenico della Fondazione Ettore Majorana e del Centro di Cultura Scientifica di Erice, fondata nel 1963 dal fisico Antonino Zichichi, e da allora frequentata da Nobel e scienziati di tutto il mondo. Attraverso pannelli illustrativi, foto d’archivio, pagine di giornali e cimeli, luci, colombe, racconti, musiche sarà ricostruito mezzo secolo di attività della fondazione che, di fatto, ha determinato la rinascita di Erice sotto l’egida della cultura scientifica internazionale. Sarà possibile fare un viaggio nella storia di questo luogo inteso come “Culla di Pace”. La notte di Capodanno, sarà festeggiata con l’attesa della mezzanotte in Piazza della Loggia, nell’ambito delle iniziative di “EricèNatale”, organizzate dal Comune di Erice e dalla Fondazione Erice Arte con il sostegno de I Borghi più belli d’Italia e la Funierice, in collaborazione con associazioni ed enti del territorio.
Con il borgo illuminato a festa con il grande albero di Natale, nella notte più festosa dell’anno, Erice darà il benvenuto al nuovo anno con il ritmo degli Ottoni Animati e la selezione musicale di Alberto Anguzza. Gli Ottoni Animati animeranno Piazza della Loggia trasformandola in una discoteca a cielo aperto, con il loro sound inconfondibile. La lunga notte sarà accompagnata dalla selezione musicale di Alberto Anguzza, frontman degli Ottoni Animati.

A Valderice, all’interno della manifestazione Oltremare, questa sera gran finale in attesa del brindisi di mezzanotte con il dj set di Dj Vince e le note della musica dance anni 90 del gruppo “I Quaranta che ballano 90” per dare il benvenuto al 2023.

Ad Alcamo musica con Dj Delta. Il noto dj, dopo il recente tour che lo ha visto su importanti palchi in Italia e all’estero, tra cui quello del Jova Beach Party, a grande richiesta ritorna la notte di Capodanno nella sua città natale, dove si prospetta una grande partecipazione di pubblico. Appuntamento a piazza Ciullo.

“Capodanno del Golfo – Noche de Travesura”, invece, è l’evento che svolgerà a Castellammare. Musica con Dj, balli e spettacolo per la notte di San Silvestro nella piazza antistante la villa comunale Regina Margherita di corso Mattarella. Dalle ore 22,30 si potrà accedere per festeggiare in piazza dopo il benestare delle autorità preposte ai controlli di sicurezza ma sarà consentito l’accesso ad un massimo di 1.600 persone circa. Deroga alle emissioni sonore e musica fino alle 4 del mattino ma, dalle ore 22 del 31 dicembre e fino alle 6 di giorno 1 gennaio, è vietata la somministrazione ed il consumo di bevande in contenitori di vetro e lattine anche se dispensate da distributori automatici. Il divieto non si applica all’interno dei locali e degli spazi pubblici legittimamente occupati dagli esercizi autorizzati di pubblica somministrazione.

Questi, sono alcuni esempi di eventi pubblici che si organizzeranno questa sera. Eppure, proprio quest’anno, le possibilità di avere un ottimo successo per i capodanno in piazza ci sono tutte. Le iniziative private, ovviamente, non mancano ma sono scomparse tutte le varie feste abusive. La legge Anti-Rave, infatti, ha bloccato qualsiasi tipo di festa privata come i veglioni organizzati in locali che non hanno le autorizzazioni per il ballo o per essere delle discoteche. Questo, ovviamente, ha portato molte persone a trovarsi senza una possibilità per questa sera dato che, sebbene illegale per gli organizzatori, gli utenti spesso non ne erano consapevoli di questi problemi.

Tornando alle piazze mancanti: a Marsala la mancanza di un capodanno in piazza pare sia stata una scelta voluta dell’Amministrazione. A Trapani, le risposte, a chi chiede, sono sempre le stesse: non è stato approvato il Bilancio, non ci sono fondi extra. Insomma, “non è stato possibile”. Eppure si è fatto delle scelte, almeno per Trapani. Il capoluogo, infatti, ha presentato un cartellone natalizio degno di nota con diverse manifestazioni soprattutto per i bambini e i più piccoli. Ci sono, però, delle cose che stonano. Come spesso, accade, si sono privilegiate iniziative “da salotto” con l’ennesima rassegna musicale per pochissimi eletti. Iniziative, tra l’altro, dove la città di Trapani esprime già un Ente di proprietà comunale e una associazione che organizza da 70 anni. Ora, capisco che quest’ultima associazione è ormai “distante” dalle visioni dell’Amministrazioni di Trapani ma la domanda nasce spontanea: era necessario finanziare una terza rassegna?

Questa riflessione incide su tutta la città: il pop, a Trapani, ormai è morto. Il popolare non considerato, a volte neanche minimamente ipotizzato. Rassegne musicali, concerti, esibizioni: tutto solo da privati con il Comune che osserva senza concretizzare – di suo pugno – qualcosa di diverso. Tutto, alla fine, si riduce alla morte del pop per l’ennesima rassegna classica da trenta/quaranta persone a serata. Insomma, «Se non hanno più pane, che mangino brioche».

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Sarebbero state rimpinguate con sabbia proveniente da altri luoghi
L’iniziativa è frutto della preoccupante carenza idrica che sta colpendo la Sicilia
Prevista l'istituzione di un fondo specifico destinato al finanziamento dei riti della Settimana Santa iscritti al REIS
Sarà l'occasione per scoprire il paesaggio incontaminato, dove la natura ha ripreso il sopravvento, dopo il devastante incendio di un anno fa
Un'opportunità per affrontare i temi cruciali della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile
Duo di producers multiplatino con più di tre milioni di ascoltatori mensili su Spotify

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Nel programma approvato a maggio abbiamo puntato sulla qualità degli eventi che si articolano da giugno a settembre"
"Il Comune di Trapani si faccia trovare pronto con un progetto unitario per accedere alle risorse della rigenerazione urbana"
L’evento sarà un'occasione significativa per esplorare approfonditamente gli aspetti naturalistici e culturali dei paesaggi delle due isole vulcaniche
La selezione, rispondendo in primis al principio di sostenibilità, ha elaborato un cartellone che prenderà il via a metà luglio e durerà tutta l’estate
Nell'occasione si presenta il libro “Pietro il pescatore pastore” di don Fabio Pizzitola