Calatafimi Segesta, il 4 ottobre si terrà la “Giornata Diocesina del Creato”

L'incontro si terrà presso il Castello Eufemio dove sarà presente anche il Vescovo Pietro Maria Fragnelli

Gli incendi hanno devastato il territorio siciliano nel corso di questa estate, in particolare, in provincia di Trapani, hanno recato grandi danni quelli divampati sulle colline di Segesta.

Per stare vicino alle vittime, la Diocesi di Trapani, di comune accordo con il Comune di Calatafimi Segesta e il Parco archeologico di Segesta, si celebrerà la “Giornata Diocesana del Creato 2023”.

Si tratterà di un momento di riflessione con musica e poesie, dove saranno presenti anche gli alunni dell’Istituto “Francesco Vivona”, il Vescovo di Trapani Pietro Maria Fragnelli, il Sindaco Francesco Gruppuso e il presidente del Parco archeologico di Segesta Luigi Biondo.

L’incontro si terrà il prossimo mercoledì 4 ottobre presso il Castello Eufemio a partire dalle ore 10.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Intervista a Paolo Salerno, l'organizzatore della rassegna che da 16 anni propone i gusti dal mondo
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi