Calatafimi, i Carabinieri restituiscono documenti storici al Comune

Erano stati sequestrati nel 2017 ad un uomo di Pesaro che non fu in grado di giustificarne il possesso

I Carabinieri della Compagnia di Alcamo hanno riconsegnato al Comune di Calatafimi Segesta alcuni documenti storici del 1863 che erano stati sequestrati nel 2017 dai militari del Comando Tutela Patrimonio Culturale ad un uomo di Pesaro che non fu in grado, nella circostanza, di documentarne la provenienza né di giustificarne il possesso.

Gli accertamenti delegati dalla Procura della Repubblica di Ravenna hanno permesso di acclarare l’originalità delle lettere, disponendone la restituzione alla Amministrazione comunale. La riconsegna è avvenuta stamattina da parte del capitano Luca De Vito, comandante della Compagnia Carabinieri di Alcamo, nelle mani della Segretaria comunale Giuseppina Buffa che ne curerà ora la custodia negli Archivi storici del Comune di Calatafimi Segesta.

Le due lettere di corrispondenza tra il Comune di Calatafimi ed il Municipio di Alcamo, riguardano una l’istituzione di un Tribunale nel circondario e l’altra il marchio da apporre ai capi bovini.