Bracconaggio, blitz dei Carabinieri e del NOGEZ, denunciati due uomini a Marsala

Sequestrati gli uccelli che erano stati catturati e attrezzature

Due persone, il 38enne A.D. e suo figlio di 18 anni, sono state denunciate dai Carabinieri di Marsala per ricettazione, maltrattamento di animali e detenzione illegale di fauna selvatica protetta dopo i controlli effettuati in collaborazione con le guardie zoofile del Distaccamento di Erice del NOGEZ e gli esperti di “Stop Animal Crimes Italia”.

Nel corso dell’attività di perquisizione, delegata dalla Procura della Repubblica di Marsala, nella abitazione del soggetto, già denunciato nel luglio scorso per detenzione di cardellini, sono stati trovati, in una mansarda, altri uccelli catturati e, nella sua auto, attrezzature da bracconaggio.

Contemporaneamente è stato effettuato un controllo in contrada Amabilina dove sono stati scoperti due box in lamiera contenenti decine di cardellini di evidente cattura e 4 reti da uccellagione, nascoste in un frigorifero, nonché decine di gabbie da richiamo.

“È necessario – commenta il responsabile del Distaccamento NOGEZ Claudio La Commare – non abbassare la guardia sulla protezione della fauna selvatica, soprattutto avifauna, oggetto indiscriminato di quotidiani prelievi in natura di esemplari che finiscono poi in strutture abusive e sono destinati al commercio illegale. Un fenomeno criminale che non sempre trova adeguato contrasto da parte delle Autorità preposte. Anche le pene previste per questi reati sono troppo blande rispetto al danno arrecato alla collettività”.