Bonus lavoratori domestici, al via le domande

L'indennità, corrisposta una tantum, ed è rivolta oltre che ai lavoratori domestici, anche ad altre categorie

Un bonus di duecento euro per le lavoratrici e i lavoratori domestici. A rendere noto il decreto legge 50/2022 è l’Inca Cgil di Trapani che invita coloro che rientrano nella misura prevista dal Governo a recarsi nelle sedi del Patronato Inca Cgil di Trapani e del territorio.

In particolare, l’indennità, che sarà corrisposta una sola volta, è rivolta ai lavoratori domestici che svolgono uno o più rapporti di lavoro alla data di entrata in vigore del decreto (18 maggio 2022), ma anche ai titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa i cui contratti sono attivi alla data di entrata in vigore del decreto e iscritti alla Gestione separata che hanno un reddito derivante da tali rapporti non superiore a 35.000 euro per l’anno 2021, ai lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti, che nel 2021 abbiano svolto la prestazione per almeno 50 giornate con un reddito non superiore a 35 mila euro per l’anno 2021, ai lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello Spettacolo che; nel 2021, abbiano almeno 50 contributi giornalieri versati e un reddito non superiore a 35 mila euro per l’anno 2021, ai lavoratori autonomi, privi di partita Iva, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie che, nel 2021 sono stati titolari di contratti autonomi occasionali (articolo 2222 del Codice civile).

Per questi contratti deve risultare, per il 2021, l’accredito di almeno un contributo mensile e i lavoratori devono essere già iscritti, alla data di entrata in vigore del decreto, alla Gestione separata, agli incaricati alle vendite a domicilio con reddito nell’anno 2021 derivante dalle stessa attività superiore a 5 mila euro e titolari di partita Iva attiva e iscritti alla data di entrata in vigore del decreto alla Gestione separata.

“Si tratta – dice il direttore dell’Inca Cgil di Trapani Gaspare Galfano – di un sostegno irrisorio in rapporto all’aumento del costo della vita. Ciò nonostante è una opportunità che non va persa. Per i lavoratori domestici la
domanda potrà essere trasmessa all’Inps dagli operatori del nostro Patronato Inca.
Per saperne di più e per compilare la domanda ci si può rivolgere alle sedi Inca Cgil di Trapani in via Garibaldi 77, telefono 0923 28377, di Alcamo in via Torquato Tasso 23, telefono 0924 26864, di Castelvetrano in via Garibaldi 44, telefono 0924 902618, di Marsala in corso Calatafimi 78, 0923 953059 e di Mazara del Vallo, in via Gian Giacomo Adria 32, telefono 0923 948898.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi