Beni confiscati: sit-in degli ex lavoratori della “Siciliana inerti e bituminosi”

Da nove anni senza stipendio e senza Tfr: domani la protesta

Domattina gli ex lavoratori della “Siciliana inerti e bituminosi” scenderanno, ancora una volta, in piazza, con un sit in dinnanzi la Prefettura di Trapani, per chiedere il pagamento degli stipendi arretrati da nove anni e il Tfr.
A sostenere la protesta degli ex dipendenti dell’azienda confiscata a Tommaso “Masino” Coppola, arrestato nel 2005 e condannato per mafia per aver pilotato appalti per conto del boss latitante Matteo Messina Denaro, è la Fillea Cgil che, da una decina di anni, porta avanti, a più riprese, una vertenza a difesa dei diritti degli ex dipendenti della “Siciliana inerti e bituminosi”, rimasti senza lavoro e senza reddito.

Gli ex lavoratori, una ventina in tutto, attendono, ancora, il pagamento delle retribuzioni, da 24 a 18 mesi di arretrati e il Tfr, nonostante, lo scorso giugno, siano state ultimate le operazioni di liquidazione della società e definiti i crediti che l’Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati dovrà corrispondere agli ex lavoratori, cifra che ammonterebbe intorno a 600 mila euro.

“Alcuni mesi fa – dice il segretario provinciale della Fillea Cgil Gaspare Giaramita – durante un incontro in Prefettura, il responsabile per l’Agenzia nazionale dei beni confiscati Giuseppe Quattrone ci aveva rassicurati circa il pagamento di un acconto sulle somme dovute, che sarebbe dovuto avvenire lo scorso ottobre. Ad oggi l’impegno assunto in Prefettura è stato ampiamente disatteso e i lavoratori non hanno ricevuto nulla”.

Il segretario della Fillea Cgil ha chiesto alla prefetta Filippina Cocuzza di essere ricevuto, durante il sit in, insieme a una a delegazione degli ex lavoratori, per trovare soluzione a una vertenza che si trascina da anni.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
"I disagi e il clima di tensione che si vive in azienda sono peggiorati e i lavoratori sono stanchi e disillusi”
Letture ad alta voce e laboratori in biblioteca a partire dal 17 giugno
Con effetto immediato e fino al prossimo 31 dicembre
Ventuno milioni per le famiglie siciliane per gli affitti del 2022
La strada provinciale Valderice - Erice, parte del tracciato di gara, fino al bivio di Martogna, sarà chiusa al traffico dalle 7:30 alle 15:30
Gli eventi prenderanno il via il 10 luglio e si concluderanno il 28 agosto, tutti con inizio alle ore 21:30
Questa domenica va in scena la compagnia "Piccolo Teatro" di Alcamo con "Tintu... cu è ca ci ncagghia"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
L'Assessorato dei Beni culturali della Regione Siciliana cofinanzia la produzione
Sul posto Vigili del fuoco, Protezione civile comunale e Forestale
"Decisioni su progetti di grande impatto ambientale devono essere prese con il coinvolgimento delle comunità locali"
Incrementerà la portata d’acqua a disposizione della città di 15 litri al secondo