Bastione dell’Impossibile, quasi recuperati i giardini e da domani al via la rimozione degli ingombranti

Per quanto concerne la struttura presente all'interno del Bastione, un tempo adibita anche a locale commerciale, è intenzione dell'amministrazione di farne un luogo completamente rinnovato anche grazie al contributo di artisti

Procedono senza sosta dallo scorso 3 marzo i lavori di recupero dello storico Bastione dell’Impossibile, chiuso e abbandonato da tanti anni ed ora finalmente tornato al centro delle attenzioni dell’intera città, che da tempo ne sollecita il recupero. Grazie all’accordo tra il Comune di Trapani ed il Demanio, la Giunta Tranchida ha dunque avviato le operazioni di bonifica che sono in corso già da una decina di giorni e che dureranno ancora fino alla fine del mese. Numeroso il personale della Trapani Servizi impiegato per la scerbatura dell’intera area, al pari dei giardinieri e degli operai del Comune presenti in loco per la potatura dei numerosi alberi. Affidato inoltre a Formula Ambiente il servizio per la rimozione dei rifiuti accumulati nel tempo e degli ingombranti, che prenderà il via già da domani. Inoltre, per quanto concerne la struttura presente all’interno del Bastione, un tempo adibita anche a locale commerciale, è intenzione dell’amministrazione di farne un luogo completamente rinnovato anche grazie al contributo di artisti che vorranno abbellirne le pareti con murales ed opere in stile street art.

“Sin dal nostro insediamento, abbiamo avviato i contatti con il Demanio per giungere ad un’intesa che consentisse al Comune di poter usufruire di un luogo magnifico come il Bastione dell’Impossibile, coscienti però della devastazione che vi era al suo interno – dichiara il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida -. Con grande sforzo, dopo la sigla dell’accordo, ad inizio Marzo abbiamo dato il via alla bonifica che procede a gran ritmo e che contiamo di ultimare a stretto giro. Tutti ci domandano cosa ne sarà a lavori ultimati: ebbene, è nostra intenzione intanto riconsegnarlo alla città con una grande cerimonia entro l’estate e poi, senz’altro, farne il tempio della cultura con eventi anche di livello nazionale, mostre, rassegne, festival, conferenze ed ogni attività similare ed artistica che possa farci finalmente riaffacciare dalla terrazza più bella della Città. A breve, inoltre, sarà ripristinato anche l’impianto di illuminazione esterno che consentirà di apprezzare la bellezza delle mura storiche insistenti sulla zona del porto”.

L’almanacco di oggi mercoledì 24 aprile 2024

In questa rubrica tutto quello che c'è da sapere sulla giornata di oggi
L'indagine riguarda un intero nucleo familiare, radicato nel quartiere San Giuliano
Il provvedimento riguarda la vendita di alcolici e la diffusione di musica
Residente a Santa Ninfa, si era ferito ieri ed è rimasto tutta la notte all'addiaccio
Si lavora per individuare e definire strategie di prevenzione e contrasto al fenomeno
Dopo le Irregolarità rilevate da Polizia Municipale e NAS
L'appuntamento per la provincia di Trapani è previsto per il 19 maggio al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
Si tratta di circa tremila lavoratori potranno essere assunti da Enti locali, ASP e Aziende ospedaliere
L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani ha espresso la propria indignazione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Superare la precarietà nei contratti di lavoro e di rendere più sicuro il lavoro nel sistema degli appalti"
Il sindaco Forgione: "Dopo decenni di attesa ci avviamo alla conclusione dell'iter"
Il deputato regionale ribatte alle dichiarazioni del segretario provinciale e della presidente dell'Assemblea
Esprime delusione e scoramento per il clima politico nel massimo consesso cittadino