Basket: l’Amministrazione comunale di Trapani risponde a Basciano

"L'Amministrazione respinge con forza qualsivoglia stucchevole e strumentale accusa, alimentata da tale non trasparente dichiarazione della società"

Dopo la nota firmata dalla Pallacanestro Trapani, l’Amministrazione comunale di Trapani ha voluto replicare all’ex numero 1 della pallacanestro a Trapani. In una nota firmata dal sindaco Giacomo Tranchida e dall’assessore allo Sport Emanuele Barbara si prova a fare chiarezza sull’iter che ha portato alla revoca della disponibilità del PalaIlio.

Eccola integralmente:

L’amministrazione comunale della Città di Trapani, pur cercando di mantenere il debito di riserbo nei confronti di soggetti in passività con l’Erario, per debito di trasparenza però, apprendendo con non poco stupore della nota diramata ieri sera dalla Pallacanestro Trapani nella quale, a conclusione, si dice che “.. la revoca della disponibilità dell’impianto è l’unico motivo che ha impedito alla Pallacanestro Trapani la partecipazione al prossimo campionato di A2” intende invece chiarire lo stato dei fatti e ripristinare condizioni di verità.

Orbene, anche al fine di tutelare il buon nome della Città e degli uffici competenti, necessita pertanto precisare che non corrisponde al vero, anzi è scorretto dire, che “nella tarda serata del 30 giugno alla Pallacanestro Trapani veniva revocata la disponibilità circa l’utilizzo dell’impianto di gara”. Ciò, per due motivi: in prima battuta, poiché la comunicazione del Comune è stata inviata al club sportivo poco dopo le ore 12:00 del 29 giugno (avendo in pari data appreso dal soggetto concessionario Soget di ulteriori e gravi condizioni di passività inerenti la Tari, etc); in seconda battuta, occorre precisare che la Pallacanestro Trapani è stata ripetutamente invitata a regolarizzare la propria posizione debitoria, financo nella comunicazione di cui sopra nella quale si concedeva comunque tempo di “regolarizzare la posizione debitoria fino al termine ultimo previsto per l’iscrizione al campionato”, senza che nessuna comunicazione da parte del club sia pervenuta in riscontro e/o circa l’avvenuto saldo delle pendenze.

Dunque, gli uffici del Comune di Trapani non hanno fatto altro che dar seguito al normale iter avviato diversi mesi prima e che la Pallacanestro Trapani ben conosce e non può far finta di ignorare: è proprio la società sportiva a scrivere al Comune di Trapani nello scorso mese di febbraio, chiedendo di definire la propria posizione debitoria, ed è lo stesso Comune di Trapani con nota prot. 34439 del 2 maggio 2023 a sollecitare il pagamento di quanto dovuto oltre alla fattura per l’utilizzo del palazzetto scaduta addirittura a gennaio 2023.

Pertanto, la revoca della disponibilità dell’impianto sportivo non è fine a se stessa, bensì conseguente alla mole di debiti accumulata dal club nei confronti dell’Ente, di cui la società era a conoscenza e che ammonta a considerevoli cifre.

L’amministrazione respinge dunque con forza qualsivoglia stucchevole e strumentale accusa, alimentata da tale non trasparente dichiarazione della società, rivendicando invece la corretta posizione assunta sia a livello amministrativo che procedurale.

Spiace invece registrare che le sollecitate proposizioni con possibili imprenditori/investitori (seppur informali, da parte dei vertici societari), nonostante la nota azione messa in campo da questa A.C. al solo fine di garantire la permanenza in serie A2 della gloriosa storia della pallacanestro trapanese (compresi i non disconosciuti sacrifici della famiglia Basciano) non abbia in ultimo portato a felici e positive intese come inizialmente si apprendeva.
Nel merito di tanto non intendiamo intervenire atteso che i rapporti tra privati esulano dalla sfera delle competenze di questa A.C.

Andrea Devicenzi e Lombardo Bikes sulla strada del Blues [AUDIO]

Il viaggio in bicicletta porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
Finisce 0-2 a Gavorrano e il Trapani Calcio conquista il suo secondo obiettivo stagionale
Il viaggio in bicicletta porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
Assegnati oltre 3 milioni di euro dal Ministero per realizzare le strutture a Bosco e ad Amabilina
Per realizzare, adeguare o ampliare la viabilità al servizio delle aree rurali e delle aziende agricole
Nel 350° anniversario della sua apparizione a Santa Margherita Maria
"La corsa contro il tempo per inserire l'opera nell'Accordo di sviluppo e Coesione –FSC è seria e impegnativa"
Petit, nome d’arte di Salvatore Moccia, giovane artista classe 2005, finalista dell’edizione 2023 di “Amici” che ha appena pubblicato “PETIT”, il primo EP omonimo

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Garantita solo la diretta streaming sul canale YouTube della lega
Ieri il momento conclusivo del programma "Frutta e verdura nelle scuole"
Sarà utilizzato l’elenco degli idonei non vincitori del concorso indetto nel 2021
Erano su un’imbarcazione alla deriva a circa 10 miglia nautiche dal porto