Assemblea di Articolo 1: l’obiettivo è una sinistra aperta, autonoma e alternativa

TRAPANI. Articolo 1 punta a creare una nuova sinistra: aperta, autonoma ed alternativa. E’ questo il tema dell’assemblea di Articolo 1 Mdp in programma domani pomeriggio alle 17 nei locali della associazione di cultura gastronomica Nuara Cook Sicily in via Bastioni, 2. L’obiettivo dell’incontro è quello di avviare un dibattito tra tutte le persone che hanno voglia di interrogarsi su quali percorsi la sinistra possa avviare per uscire dalla crisi nella quale si trova, perché “di fronte al governo Salvini e Di Maio fondato su un accordo in equilibrio precario che somma due forze diverse in continua tensione e nel quale prevale  la politica di destra razzista e violenta della Lega – affermano i componenti di Articolo 1 in una nota -, manca una opposizione capace di contrastarlo e di preparare una possibile alternativa”.

Per tutte le formazioni di sinistra, e soprattutto per Articolo 1, l’attuale momento è particolarmente delicato, considerato che “a sinistra la frantumazione ha raggiunto livelli inverosimili che determinano la assoluta irrilevanza delle singole bandiere, senza un progetto capace di aggregare e raccogliere consenso”. Pertanto, “si avverte un vuoto politico che, per essere colmato, necessita di nuove iniziative per ripartire dai principi fondamentali della sinistra, ma con una apertura verso le nuove soggettività sociali, una nuova capacità di lettura dei cambiamenti avvenuti tra globalizzazione e rivoluzione tecnologica, la volontà di rappresentare le nuove povertà e le marginalità sociali che sono emerse – continuano da Articolo 1, guidato in provincia da Antonio Gandolfo -. Uno sguardo diverso ed autonomo rispetto alla visione dominante di impianto neoliberista, che ha fatto breccia anche nella sinistra da molto tempo, che ha colpito duramente le condizioni di vita dei più, aumentando le disuguaglianze nella distribuzione della ricchezza e nella divisione territoriale che condanna il Sud al declino”.

Pertanto, per Articolo 1 “in questa prospettiva appare fondamentale rilanciare la questione ambientalista quale chiave di volta della sostenibilità di ogni politica di crescita per ricomporre la separazione tra ambiente, attività produttive, organizzazione delle città e modelli di consumo – continua -. Attraverso un nuovo processo costituente, aperto e democratico vogliamo costruire una forza della nuova sinistra italiana del lavoro, dei diritti e dell’ambiente, per dare anche un contributo alla riorganizzazione, in Italia e in Europa, della alternativa alla destra”.

Altro che sindaco o assessore, a Trapani decidono i topi [AUDIO]

Intervista all'assessore Emanuele Barbara e a Livio Marrocco presidente di Nova Civitas
Intervista all'assessore Emanuele Barbara e a Livio Marrocco presidente di Nova Civitas
Con Ornella Fulco parliamo del primo appuntamento della rassegna letteraria di questa sera, giovedì 18 luglio al Teatro comunale di Valderice
Nascondeva una pistola d avrebbe messo a disposizione del boss un garage trasformato in appartamentino
Si tratta del terzo spettacolo in cartellone e si terrà al Salotto Culturale Insonnia il 24 luglio
L'autrice firmerà il suo libro “Granita e baguette”, nuovo “capitolo” della saga delle Signore di Monte Pepe
Lo scrittore trapanese torna a trattare in chiave romanzata lo scottante tema della violenza sulle donne
Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Si prosegue, fino al 20 luglio, con un ricco programma di proiezioni a cielo aperto, incontri e dibattiti, degustazioni e spettacoli
Due mesi di concerti, spettacoli e performance che abbracciano sette secoli di storia musicale, dal Medioevo al Barocco
Schifani: «Ordinanza per tutelare la salute degli addetti più a rischio»