Asp di Trapani, il Nursind: “macchina amministrativa compromessa, la Regione intervenga”

Chiesto l'invio di un nuovo commissario straordinario

“La macchina amministrativa dell’Asp di Trapani, alla luce dell’inchiesta giudiziaria, risulterebbe, a nostro parere, fortemente compromessa e potrebbe comportare evidenti rallentamenti e ulteriori criticità sull’attività sanitaria e soprattutto sui processi in corso, a comunicare dalla gestione del Pnrr. Per questo motivo chiediamo un intervento urgente della Regione con un atto ispettivo e un supporto nella gestione amministrativa e l’invio di un nuovo commissario straordinario in attesa delle nomine dei nuovi direttori generali”.

È quanto chiede, in una nota inviata all’Assessorato alla Salute, il segretario regionale del sindacato Nursind-Cgs, Salvo Calamia, in seguito all’operazione “Aspide”. Il Nursind ricorda di essere stato l’unico sindacato ad avere indicato, nei mesi scorsi, alcune delle diverse criticità nella gestione della macchina amministrativa, a cominciare dalla “denuncia sulla mancata rotazione di un dirigente del settore Personale chiedendo il commissariamento agli organi assessoriali, proseguendo con presunte non conformità procedurali riguardanti nomine di dirigenti delle professioni infermieristiche e ostetriche. L’Asp – prosegue il sindacato – aveva risposto solo sul concorso per il solo dirigente ma in maniera non esaustiva. Adesso notiamo che tutti, politica e sindacati, prendono posizione e rimangono allibiti. In questi anni il Nursind di Trapani, per avere denunciato e criticato procedure sospette, è stato accusato e denigrato per il diritto di critica da tutti, azienda, politica e altri sindacati”.

L’inchiesta “Aspide” – prosegue Calamia –  potrebbe rappresentare solo la punta dell’ iceberg. Ci chiediamo come sia stato possibile che chi doveva controllare non abbia capito cosa stava accadendo. Evidentemente siamo davanti a un sistema malato. Se vogliamo cambiare questa nostra amatissima Asp di Trapani dopo le inchieste Artemisia, Sorella Sanità e Aspide, bisogna che la politica intervenga seriamente prima della magistratura. Tutto questo – conclude il sindacalista – è diventato improrogabile se si vuole seriamente lavorare per il bene dei cittadini trapanesi e siciliani. Ci permettiamo di chiedere all’assessore alla Salute, in questa fase, un nuovo commissariamento con la nomina di una persona di alto profilo che vesta il ruolo di traghettatore fino alla nomina dei nuovi direttori generali”.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
I granata potrebbero mettere a segno una storica tripletta
Riprese le proposte che il deputato regionale Safina aveva presentato all'Ars
SI è concluso l'apposito corso di formazione attivato dalla Protezione civile regionale con altri Enti
Prevista l'organizzazione di incontri con cadenza periodica alla Torre di Ligny
La strada provinciale Valderice - Erice, parte del tracciato di gara, fino al bivio di Martogna, sarà chiusa al traffico dalle 7:30 alle 15:30
Gli eventi prenderanno il via il 10 luglio e si concluderanno il 28 agosto, tutti con inizio alle ore 21:30
Ventuno milioni per le famiglie siciliane per gli affitti del 2022

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Intervento sostitutivo necessario e obbligatorio da parte della Regione
Letture ad alta voce e laboratori in biblioteca a partire dal 17 giugno
"I disagi e il clima di tensione che si vive in azienda sono peggiorati e i lavoratori sono stanchi e disillusi”
Questa domenica va in scena la compagnia "Piccolo Teatro" di Alcamo con "Tintu... cu è ca ci ncagghia"
Grazie ai volontari, fino a settembre, dalle 18.30 alle 23.30