venerdì, Gennaio 27, 2023

Anniversario terremoto del Belice, celebrazioni in diversi comuni colpiti

Il sisma causò 352 morti, oltre 600 feriti e quasi 100mila senzatetto,

Sono trascorsi 55 anni dal terribile sisma che devastò La Valle del Belice, distruggendo interi paesi e mietendo vite umane: una ferita che, nonostante il passare del tempo, non si è ancora totalmente risanata sia dal punto di vista degli interventi di ricostruzione sia in termini di tessuti sociali colpiti.

Alle 13.28 del 14 gennaio 1968 – era una domenica – la prima scossa. Un forte boato, poi la terra trema. A Montevago, Gibellina, Salaparuta e Poggioreale si contano i primi danni. Alle 14.15 un’altra scossa più forte, viene avvertita anche a Palermo, Trapani e Sciacca. Alle 16.48 la terza scossa, con crolli a Gibellina, Menfi, Montevago, Partanna, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, Santa Margherita e Santa Ninfa. Poco si sa della situazione sui mezzi di comunicazione.

Molti abitanti, nonostante il freddo, decidono di dormire all’aperto o nelle auto. Alle 2.33 di lunedì, la quarta scossa, si sente fino a Pantelleria. Tutti escono dalle case e si precipitano in strada. Quando alle 3.01 arriva la più forte, di magnitudo 6,3: sono in pochi a essere sorpresi nelle proprie abitazioni. Nonostante ciò – ricorda Silvia Mattoni sull’Almanacco della Scienza del CNR  – il triste bilancio è di 352 morti, oltre 600 feriti e quasi 100mila senzatetto, oltre ai danni materiali, circa il 90% del patrimonio edilizio e rurale.

Le celebrazioni per ricordare questo triste anniversario si svolgeranno in diversi dei comuni interessati da quella tragica calamità naturale, sia nel Trapanese sia nelle province di Agrigento e Palermo.

A Gibellina, oggi alle ore 18 al MAC, in collaborazione con “Una Marina dei libri”, Tenute Orestiadi e Fondazione Orestiadi, incontro con Gaetano Savatteri sul racconto della serie Makari ambientato a Gibellina dal titolo “la città perfetta”.
Domani, 15 gennaio,  deposizione di corone di fiori in ricordo delle vittime del terremoto nei due Cimiteri, nella vecchia e nella nuova Gibellina, rispettivamente alle ore 9 e alle 10. Alle 11 è prevista l’inaugurazione delle opere di Costas Varotsos e Gianfranco Anastasio al Baglio di Stefano-Fondazione Orestiadi.
Alle ore 17 il vescovo Angelo Giurdanella incontrerà nella sala Agorà “Leonardo Sciascia” le autorità civili e militari locali. Alle ore 18 presiederà la solenne celebrazione eucaristica nella Chiesa Madre.

A Salaparuta, domani alle ore 10.30 sarà celebrata la commemorativa alla nella chiesa SS. Trinità; alle ore 11.30 è in programma una deposizione floreale al Monumento in ricordo vittime del terremoto, all’incrocio della strada provinciale 19.

A Partanna, sempre domani, alla Matrice è in programma la visita del Vescovo, monsignor Angelo Giurdanella: alle ore 10.30 sarà celebrata la messa, a seguire, alle 11.30, la presentazione del restauro della tela di San Nicolò da Tolentino. Alle ore 12 incontro con le autorità al Municipio. “Ancora a data da destinare – dice il sindaco di Partanna, coordinatore dei sindaci della Valle del Belìce e parlamentare regionale Nicolò Catania – un incontro politico-istituzionale alla presenza delle massime Autorità, per affrontare l’annoso problema relativo al Belìce, i cui territori sono da troppo tempo in attesa di risposta”,
A Santa Ninfa lunedì 16 gennaio, riunione straordinaria del Consiglio comunale alle ore 20.30.

A Montevago, nell’Agrigentino, alle ore 16.30 nei locali della Biblioteca Comunale, si terrà la presentazione del libro dal titolo “Xirotta una memoria scomparsa e nascita di un Paese di Giacomo Giuffrida Samonà”. A seguire, alle ore 18, una fiaccolata con partenza dalla Chiesa Madre SS. Pietro e Paolo e arrivo in piazza Chiesa Madre – vecchio centro, dove sarà deposta una corona d’alloro per ricordare le vittime del terremoto. Domani alle ore 18 la messa nella in Chiesa Madre SS. Pietro e Paolo a seguire il concerto della banda musicale della Croce Rossa Italiana.

A Santa Margherita di Belìce, domani alle ore 9.15, al Cimitero Comunale, la deposizione della corona d’alloro sotto la lapide che ricorda i cittadini vittime del terremoto; alle ore 10.15, al Museo della Memoria, la deposizione della corona d’alloro per fare memoria di tutte le vittime del terremoto della Valle del Belice. Alle ore 11, nella Chiesa Madre, “Dalla Memoria al Memoriale”, la messa in suffragio delle vittime. Alle ore 18, in Consiglio Comunale, lettura delle lettere d’invito, rivolte alla presidente del Consiglio dei Ministri, ai ministri della Repubblica e alla deputazione territoriale, perché le Istituzioni assumano consapevolezza storica del peculiare debito dello Stato nei confronti di Santa Margherita di Belìce e dei ritardi che sono ancora da colmare.

A Contessa Entellina, nel Palermitano, domani alle ore 10 sarà deposta una corona d’alloro e rivolta una preghiera alle vittime presso il Cimitero comunale.

Una carta sconto per gli studenti trapanesi [AUDIO]

Gli studenti grazie a questa Card potranno usufruire di illimitati vantaggi riservati, presso numerose attività trapanesi come bar, ristoranti, negozi, liberi professionisti e molto di più

Calcio, Trapani: riscattata l’opaca prestazione di domenica scorsa

Una vittoria importante per il morale della squadra e per la sicurezza nei suoi mezzi
Oltre all'arma da fuoco con 5 cartucce, che ha la matricola abrasa, i Carabinieri hanno trovato un involucro con altre 20 munizioni dello stesso calibro
Tre cittadini di Pantelleria sono stati denunciati dai Carabinieri della locale Stazione per omessa custodia di armi e munizioni, porto abusivo di armi e accensioni ed esplosioni pericolose
Assolto “perché il fatto non sussiste” dal Tribunale di Trapani, l'ingegnere Simone Cusumano, già responsabile del Terzo settore del Comune di Castellammare del Golfo. Era accusato di abuso di ufficio
Nei prossimi giorni presenterà alla città la nuova squadra
"L’appello che lanciamo alle Istituzioni e alle Autorità è quello di prendere celeri provvedimenti a tutela di una vita in evidente stato di precarietà e di pericolo", dice la presidente Aurora Ranno

Sabato 3 e domenica 4 dicembre il Day Zero di Etna Comics 2023

Appuntamento al centro commerciale Porte di Catania dalle 10 alle 20

L’esperta risponde: tutti i dubbi su gas e luce [Parte 4]

In settimana i lettori di Trapanisi.it hanno inviato alla nostra esperta alcune domande
Domani, organizzato dal circolo trapanese dell’Unione Donne Italiane, con il patrocinio del Comune di Erice, in occasione della Giornata della Memoria, l’evento di formazione dal titolo “Da dove parte il treno”
La mostra, organizzata dall'Associazione “Comunità Papa Giovanni XXIII", racconta l'esperienza della Lovato come missionaria in Libano e in giro per il mondo
È stato un momento di confronto sulla piena attuazione dell’Autonomia regionale
L'assessore ieri ha giurato. “Accetto con entusiasmo e con grande senso di responsabilità questo ruolo"
Saranno stanziati 726 mila euro per mettere in atto iniziative e programmi di promozione sociale realizzati da organizzazioni e associazioni presenti sul territorio siciliano
La Giornata della Memoria sarà celebrata con la collocazione di "pietre d'inciampo" a Trapani, Alcamo e Valderice, da parte della prefetta Filippina Cocuzza

Pollo all’arancia: la ricetta

Una nuova ricetta su Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Dottore, nuovo anno, nuovi propositi, ma perché procrastino?

Torna il blog Tienilo inMente del dottor Giuseppe Scuderi, psicologo clinico e digitale

Quei giorni in radio… [parte prima]

Negli anni Settanta e Ottanta la radio ha avuto un ruolo decisivo nella diffusione della musica e nell'intrattenimento

“Silenzio, esce la Corte”

La condanna definitiva: l’era di D’Alì è finita. Il silenzio di Trapani
Dopo la riconferma di Salvatore Ombra, arrivano i due nuovi consiglieri: Alessandra Scimeca e Giuseppe Geraci, entrambi dirigenti degli uffici della Presidenza della Regione Siciliana
Nei prossimi giorni, seguirà Decreto con la redistribuzione delle deleghe
Due classi, una per adulti, l'altra per minori non accompagnati, sono state allestite per garantire l'istruzione in lingua italiana dei migranti ospiti del centro del SAI di Bonagia, nel territorio di Valderice
Quaranta anni fa, il giudice veniva barbaramente ucciso dalla mafia. Il ricordo a Trapani e a Valderice
È stato lo stesso comandante della Stazione Carabinieri di Valderice ad arrestare l'uomo con l’ausilio dei colleghi della Sezione Radiomobile di Trapani
“Speriamo – dice il sindacalista Gioacchino Veneziano - che questa attenzione verso la Polizia Penitenziaria, e più in generale per tutti i lavoratori in divisa, non si scontri con le pastoie burocratiche"

Torna la musica dance nelle classifiche: il fenomeno Kungs

Un nuovo post su Freedom, il blog di DJ Vince

Breve guida al Green Pass sui luoghi di lavoro dopo la fine dello stato...

Termina lo stato di emergenza, quali cambiamenti sono previsti? Torna "Il lavoro, spiegato bene", il blog del consulente del lavoro ed euro-progettista Sergio Villabuona

Legge di Bilancio 2023, le principali novità in materia di energia

Con la Legge di Bilancio 2023 il governo prosegue il lavoro iniziato dal precedente esecutivo con i cosiddetti “decreti Aiuti”