Amici della Musica di Trapani: performance di danza e arte con le sorelle Lo Sciuto

L’evento si articola in due parti: nella prima il pubblico assisterà alla performance di danza “H as Human”; nella seconda si sposterà nelle sale espositive per visitare le opere artistiche dell’istallazione “H as Humanitas”

Venerdì 10 Giugno, alle ore 19:00, negli spazi del Museo d’arte contemporanea – Centro Culturale Oratorio San Rocco, a Trapani, si svolgerà, per la 69a stagione concertistica degli Amici della Musica di Trapani, la performance di danza e arte dal titolo “H as HUMAN” – “H as HUMANITAS”. Performer, Patrizia Lo Sciuto, installazioni artistiche a cura di Paola Lo Sciuto.

Due artiste a confronto, due sorelle che lavorano in ambiti dell’arte narrativa e performativa differenti, una affronta l’aspetto del corpo in movimento ed esprime un’interiorità vissuta, l’altra racconta il senso profondo dell’Humanitas attraversando una serie di percorsi narrativi in relazione al contemporaneo. L’evento si articola in due parti: nella prima il pubblico assisterà alla performance di danza “H as Human”; nella seconda si sposterà nelle sale espositive per visitare le opere artistiche dell’istallazione “H as Humanitas”.

Note dell’artista

Ho creato “H as HUMAN” come un’installazione coreografica che nasce dalla domanda: “Cosa significa essere umani nella modernità?” Oggi l’uomo è immerso in un enorme universo tecnologico e l’intelligenza artificiale a volte affascina più dell’intelligenza biologica. Sembra che ci sia la tendenza a svalutare le potenzialità e le capacità umane andando verso una disumanizzazione dell’uomo, meravigliosa macchina biologica. A volte mi domando se la grandezza umana si indebolirà e l’intelligenza biologica dell’uomo, la sua memoria, la sua cultura e la sua spiritualità saranno compromesse.
Mi sono chiesta quindi: “Nella mia esperienza nella danza, in cui il corpo è in gioco nella sua verità, in che momento ho provato un forte senso di umanità?”
Durante gli anni in cui mi sono dedicata alla ricerca della perfezione del movimento e della danza tre persone si sono avvicinate a me perché avevano un forte desiderio di danzare, ma il loro corpo non lo permetteva poiché non era “perfetto”.
La perfezione che cercavo si è manifestata davanti a me nel senso di umanità che la danza è capace di dare. È nella vera condivisione di quest’arte del movimento che ho sentito una grande umanità interiore, l’importanza di essere di fronte all’umano, di cercare il trascendente e di andare in modo innato verso il bene.

Patrizia Lo Sciuto

Note dell’artista

Humanitas è ciò che concerne l’essere umano immerso nella propria condizione, il proprio ingegno, la propria cultura ed espressione, nella sorprendente possibilità di migliorare sé stesso. Sempre al bivio, tra scelte e rinunce egoiche.
Il progetto installativo si propone di mostrare una serie di opere fotografiche, pittoriche e scultoree. É una suggestione, una narrazione iconografica ed emotiva dell’artista dedicata all’Humanitas.
Si tratta di un percorso visivo attraverso gli spazi del San Rocco, come fosse un racconto dell’essere tra istinto di appartenenza e intima costituzione in divenire. Nella stanza dell’abbraccio del San Rocco, quello della performance, una serie di foto e quadri mostrano lo spazio emozionale dell’umano tra inconscio e ciò che può essere portato a consapevolezza attraverso la via del cuore. Al piano superiore la prima stanza è dedicata all’identità e all’appartenenza. Sono opere in forma di abiti archetipi che uniti agli oggetti quotidiani fotografati come fossero ritratti antropomorfi, aggiungono qualità e caratteristiche all’umano. Le foto sono parte di un grande progetto chiamato “Le diecimila cose”. Catalogazione artistica di abiti ed oggetti alcuni dei quali conservati per più di 100 anni nella casa paterna dell’artista. La stanza è la parte materiale che costruisce l’identità sociale che l’umano indossa e di cui si circonda.
Lo spazio successivo è dedicato all’anima. Quella parte dell’umano che attraverso le esperienze si evolve per avere l’opportunità di giungere alla consapevolezza di se stesso e degli altri.
Nello spazio della grotta, tutto succede, è il luogo della trasformazione. La fucina intima ed interiore, il focolare dentro cui si trasforma il “ferro in oro” nella vittoria sulle nostre parti più buie. La via della libertà è corridoio-ballatoio sospeso verso la libertà dai condizionamenti dell’Humanitas, la rinuncia e il sacrificio dell’egoismo simboleggiata dal Cristo è la condizione per realizzare questo passo. Fuori, l’ultimo luogo del percorso è il luogo socratico dello “γνῶϑι σεαυτόν” Gnothi seautòn dal greco “conosci te stesso”.

Paola Lo Sciuto

La 69ª stagione concertistica degli Amici della Musica di Trapani è realizzata con il contributo del Ministero della Cultura e della Regione Siciliana – Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e con la collaborazione dell’Istituto di Cultura Italo Tedesco – sezione di Trapani e il Goethe Institut.

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
La mostra, articolata in due musei, il Cordici e il Wigner San Francesco, presenterà opere di Andy Warhol e Mario Schifano
Sindaci e Rete Territoriale per l'inclusione sociale hanno approvato le programmazioni delle quote assegnate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Iniziativa con gli studenti del “Professionale produzioni tessili e sartoriali” dell’Istituto “Calvino - Amico”
Sotto le mentite spoglie del geometra di Campobello di Mazara il capomafia di Castelvetrano si curava dal cancro
Stamattina hanno firmato il contratto alla presenza del commissario straordinario Croce
Biglietti a 10 euro acquistabili fino a sabato nei punti vendita cittadini del circuito GO2
Manifestazione con gli studenti al boschetto di via Salemi
Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"