Alluvioni a Nubia, cittadini danneggiati presentano denuncia alla Procura

Secondo gli abitanti non sarebbe stata effettuata un'adeguata attività di manutenzione di canali e caditoie

A seguito delle alluvioni del 26 settembre e 13 ottobre scorsi che hanno colpito anche la frazione di Nubia, nel territorio di Paceco, alcuni cittadini hanno notificato richieste di risarcimento danni al Comune e all’Autorità di Bacino e, per conoscenza, alla Protezione civile. Ieri, inoltre, hanno depositato una denuncia-querela alla Procura della Repubblica di Trapani affinché vengano effettuati gli opportuni accertamenti e valutati eventuali profili di illiceità penale.

“I disagi ed i danni subiti dai cittadini – si legge nella nota diffusa alla stampa dalla avvocata Maria Giustiniano che rappresenta i cittadini – sono dovuti al mancato deflusso delle acque piovane, la cui causa sarebbe da attribuire al fatto che i canali di scolo delle acque meteoriche non sarebbero oggetto di regolare manutenzione da parte dei soggetti preposti e presentano, pertanto, ostruzioni da vegetazione spontanea e rifiuti abbandonati da ignoti, così come ostruite sono anche le caditoie ed i tombini lungo la viabilità comunale”.

“Una delle principali problematiche sollevate dagli abitanti della frazione – prosegue la legale – è l’omissione da parte degli enti preposti di una adeguata programmazione e corretta esecuzione dei necessari interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, con conseguenti interventi in emergenza quando i danni sono già procurati”.

Secondo Giustiniano “è compito, infatti, delle amministrazioni non solo custodire i beni ma attuare quelle regole cautelari e quelle misure necessarie per tutelare l’incolumità dei cittadini, i beni e l’ambiente da una fonte di pericolo cui tali soggetti possono essere esposti e rispetto alla quale si disponga di adeguati poteri di gestione, organizzazione e controllo, nell’espletamento delle proprie funzioni, al fine di prevenire situazioni di disastro e inondazioni e, nei casi peggiori, la perdita di vite umane, di cui oggi non piangiamo solo per una fortuna congiunta. Il presupposto, infatti, non è quello di impedire il verificarsi dell’evento in quanto naturale, quindi, ineluttabile, ma quello di prevenire ed evitare che la popolazione subisca dei danni”

Giornata contro l’omotransfobia, il corteo a Trapani

Iniziativa di Arcigay Trapani Shorùq
Gli è stata notificata la misura cautelare del divieto di dimora a Cefalù
Il 24 maggio la presentazione nella sala conferenze Museo Pepoli a Trapani
Presenti la comandante della Compagnia di Alcamo, Chiara Petrone, e la vice comandante della locale Stazione, marescialla  Stefania Paoloni
Per diffondere una cultura finanziaria, assicurativa e previdenziale utile a compiere scelte consapevoli

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Donazione di Piriongo in occasione dell'anniversario della strage di Capaci
Cultura, momenti di spensieratezza ma anche occasione di confronto con altre realtà
Iniziativa del Parco Nazionale Isola di Pantelleria con il Comune e in collaborazione con EBAT
Organizzata dall’Opera di religione “Mons. Gioacchino Di Leo" ODV
Per le famiglie in situazione di disagio economico certificato dall'ISEE
La formazione di mister Torrisi passa comunque in semifinale