Alluvione Trapani, domani il tavolo di crisi a Palazzo d’Alì

Il SIAS certifica l'evento come straordinario, evento simile al 1976. La Città di Trapani ha già chiesto alla Regione Siciliana di dichiarare lo stato di emergenza per calamità naturale

Il Servizio Informativo Agrometeorologico Siciliano ha certificato i dati del nubifragio abbattutosi sulla nostra città e zone limitrofe, che risultano i più alti di sempre dall’installazione delle stazioni fino ad oggi. Il consulente gratuito in materia di Protezione Civile, l’ingegnere Loria, già dirigente della Protezione Civile Regionale, ha relazionato evidenziando che i quantitativi di pioggia sono eguagliabili, purtroppo, alla disastrosa alluvione del 1976 quando morirono anche molte persone. La Città di Trapani ha già chiesto alla Regione Siciliana di dichiarare lo stato di emergenza per calamità naturale.

“Ho colto l’occasione degli auguri al neo deputato trapanese Dario Safina, al riconfermato On. Mimmo Turano e al Senatore Raoul Russo, di forze politiche diverse, per invitarli all’istituendo tavolo di crisi conseguente alla grave alluvione per domani alle 11:30 a Palazzo d’Alì. Ho sollecitato il capo della Protezione Civile Regionale Cocina in seguito alla certificazione che abbiamo registrato da parte del Servizio Meteorologico regionale, che attesta come da Erice sia venuta giù una quantità d’acqua che non era mai stata rilevata prima d’ora. Ho chiesto loro di attivarsi per avere immediatamente il riconoscimento della condizione di criticità e di calamità naturale, che è l’unico modo per giungere al risarcimento dei danni sia per i cittadini che per i commercianti e le imprese nonché per gli Enti, compreso il comune, che hanno avuto impianti distrutti da quello che è accaduto. Ciò che è successo è qualcosa di inenarrabile, c’è una città distrutta pertanto oltre agli auguri per il consenso politico che hanno avuto da questa città, mi auguro che per Trapani e altri Comuni così messi male in conseguenza di questi eventi straordinari, vi sia il ristoro da parte dello Stato e della Regione”.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Sarebbero state rimpinguate con sabbia proveniente da altri luoghi
L’iniziativa è frutto della preoccupante carenza idrica che sta colpendo la Sicilia
Prevista l'istituzione di un fondo specifico destinato al finanziamento dei riti della Settimana Santa iscritti al REIS
Sarà l'occasione per scoprire il paesaggio incontaminato, dove la natura ha ripreso il sopravvento, dopo il devastante incendio di un anno fa
Un'opportunità per affrontare i temi cruciali della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile
Duo di producers multiplatino con più di tre milioni di ascoltatori mensili su Spotify

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Nel programma approvato a maggio abbiamo puntato sulla qualità degli eventi che si articolano da giugno a settembre"
"Il Comune di Trapani si faccia trovare pronto con un progetto unitario per accedere alle risorse della rigenerazione urbana"
L’evento sarà un'occasione significativa per esplorare approfonditamente gli aspetti naturalistici e culturali dei paesaggi delle due isole vulcaniche
La selezione, rispondendo in primis al principio di sostenibilità, ha elaborato un cartellone che prenderà il via a metà luglio e durerà tutta l’estate
Nell'occasione si presenta il libro “Pietro il pescatore pastore” di don Fabio Pizzitola