Alluvione Salinagrande, raccolti 35mila euro per i danneggiati. In distribuzione i primi aiuti

L'iniziativa è stata avviata dalla parrocchia

Raggiunta quota 35 mila euro nella raccolta fondi in favore delle famiglie di Salinagrande, nel territorio comunale di Misiliscemi, colpite dall’esondazione del fiume Verderame avvenuta lo scorso 13 ottobre.

L’iniziativa è stata avviata dalla parrocchia e, in poco più di un mese, la somma raccolta ha superato i 30 mila euro.
Altri complessivi 5 mila euro sono arrivati, nel mese di dicembre, dal Consolato provinciale di Trapani della Federazione Maestri del Lavoro d’Italia e dalla parrocchia “Santa Caterina” di Paceco che, in occasione della festa patronale, ha destinato alla solidarietà oltre 1.600 euro.

Inoltre 690 euro sono stati raccolti dall’82° Centro CSAR dell’Aeronautica Militare di stanza alla base di Trapani-Birgi: il comandante, maggiore Marco Forcato, e il presidente dei Sottoufficiali, luogotenente Giuseppe Amiri, nel consegnare la somma al parroco di Salinagrande, hanno raccontato di essere rimasti colpiti da quanto visto durante le operazioni di soccorso nella giornata dell’esondazione e di aver avviato subito una raccolta tra i militari. Altri 350 euro sono stati raccolti grazie al concerto natalizio tenutosi alla chiesa del Purgatorio a Trapani.

La parrocchia di Salinagrande, nel frattempo, ha avviato una prima distribuzione dei fondi dando priorità ai bisogni di alcune famiglie particolarmente in difficoltà. Dal fondo di solidarietà è stata già prelevata la somma di 10 mila euro utilizzata per il pagamento di utenze e fatture, per lavori di ristrutturazione e per l’acquisto di elettrodomestici.

“È un’operazione delicata che richiede molta prudenza e discernimento – commenta il parroco di Salinagrande, don Emanuel Mancuso – quella di una giusta e trasparente amministrazione di questi fondi, perché vanno considerati vari fattori tra cui il numero dei componenti di ogni famiglia, il reddito percepito, la presenza di spese programmate (mutui, affitti, prestiti) e la gravità dei danni. È pertanto doveroso da parte nostra dedicare il giusto tempo per un ascolto attento di ogni situazione, consapevoli di dover amministrare la solidarietà di tante persone che hanno fiducia in noi e che il bene va fatto bene”.

L’almanacco di oggi mercoledì 24 aprile 2024

In questa rubrica tutto quello che c'è da sapere sulla giornata di oggi
Siciliano, lascia la guida della Questura di Imperia
Il provvedimento riguarda la vendita di alcolici e la diffusione di musica
Residente a Santa Ninfa, si era ferito ieri ed è rimasto tutta la notte all'addiaccio
Si lavora per individuare e definire strategie di prevenzione e contrasto al fenomeno
L'indagine riguarda un intero nucleo familiare, radicato nel quartiere San Giuliano
L'appuntamento per la provincia di Trapani è previsto per il 19 maggio al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo
Si tratta di circa tremila lavoratori potranno essere assunti da Enti locali, ASP e Aziende ospedaliere
L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani ha espresso la propria indignazione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Superare la precarietà nei contratti di lavoro e di rendere più sicuro il lavoro nel sistema degli appalti"
Il sindaco Forgione: "Dopo decenni di attesa ci avviamo alla conclusione dell'iter"
Il deputato regionale ribatte alle dichiarazioni del segretario provinciale e della presidente dell'Assemblea
Esprime delusione e scoramento per il clima politico nel massimo consesso cittadino