Alimenti e bevande in cattivo stato di conservazione, denunciato titolare un bar

Accertamenti dei Carabinieri di Gibellina e del NAS

I Carabinieri della Stazione di Gibellina e del NAS di Palermo hanno denunciato il titolare di un bar del paese dove è stata accertata la presenza di alimenti in cattivo stato di conservazione, di un deposito di alimenti non dichiarato e il mancato rispetto dei generali requisiti di igiene.

A causa delle gravi violazioni riscontrate, sono stati posti sotto sequestro una cella frigorifera, 1.100 bottiglie di bevande alcoliche, 120 chilogrammi circa di alimenti e sono state contestato violazioni amministrative per un importo complessivo di 2.00 euro.

Il responsabile dell’attività commerciale dovrà rispondere del reato di commercializzazione e somministrazione di alimenti e bevande in cattivo stato di conservazione.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 15 giugno
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione