Alcamo: proiezione del film “I semi del ’92” in memoria della Strage di Capaci

Venerdì 20 maggio alle ore 10:00 il film verrà proiettato presso il Teatro Cielo d'Alcamo per celebrare la memoria del giudice Falcone, della moglie Francesca e degli agenti di scorta a trent'anni dalla strage

Venerdì 20 maggio alle ore 10:00, in occasione dei trentanni dalla Strage di Capaci – in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro – l’Assessorato alla Cultura invita gli studenti delle scuole superiori ad assistere alla proiezione del film documentario “I semi del ’92 – 1992-2022 trent’anni dalle stragi di mafia” di Salvatore Cusimano, presso il Teatro Cielo d’Alcamo.

 

“La memoria del ricordo non deve essere fine a se stessa, la cultura della legalità e dell’antimafia devono essere modello di comportamento non solo per i rappresentanti delle istituzioni e per la scuola e i giovani – dichiara il Sindaco Domenico Surdi – ma anche e soprattutto per la gente comune. L’antimafia nei comuni si fa attraverso la sana gestione, la regolamentazione delle aree grigie, l’organizzazione e l’efficienza, la trasparenza e il dialogo con le forze produttive del territorio”.

“Da insegnante e da assessore alla cultura non posso fare a meno di sottolineare che scuola e istituzioni devono agire insieme, ambedue puntano sui giovani, senza di loro non c’è futuro nella lotta alla mafia – dichiara l’assessora alle attività culturali Donatella Bonanno -. Dobbiamo offrire ai giovani ogni occasione di riflessione e i migliori ‘esempi’ di cui, come società adulta, siamo stati capaci, questo è il senso della nostra iniziativa”.

Il giornalista Salvatore Cusimano, già inviato speciale e direttore della sede Rai di Palermo, nel docufilm ha intrecciato sapientemente voci e immagini del passato e testimonianze del presente, con storie d’impegno e coraggio che danno speranza per il futuro. Alla proiezione seguirà un dialogo cui parteciperanno, insieme all’autore, anche il giornalista trapanese Marco Bova, da pochi mesi in libreria con il suo reportage “Matteo Messina Denaro, latitante di Stato”; il Sindaco Domenico Surdi; il preside del Liceo “Ferro-Cielo D’Alcamo” di Alcamo, Giuseppe Allegro; e l’editore Giovan Battista Palumbo.

Il documentario è visibile in streaming sul portale dell’editore già dal 9 maggio, una data scelta non a caso: è il giorno in cui nel 1978 venne massacrato a Cinisi, Peppino Impastato. Infatti, secondo gli editori Giorgio e Mario Palumbo determinate ricorrenze che “hanno segnato profondamente la vita e la storia del nostro Paese devono diventare occasioni di comune riflessione e non semplici date da celebrare nel calendario. Per questo è necessario offrire strumenti che permettano soprattutto ai giovani di rileggere quegli avvenimenti – concludono gli editori -, al di là del filtro di una retorica sedimentata, spesso accolta in modo del tutto acritico”.

Prosegue a Paceco la rassegna estiva “A Macaràro” [AUDIO]

Ne parliamo con Giovanna Scarcella, la curatrice dell'evento
Sul posto Forestale, Vigili del fuoco, elicotteri e Canadair
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano
Le rate per il pagamento della Tari passano da tre a cinque
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
Intervista a Paolo Salerno, l'organizzatore della rassegna che da 16 anni propone i gusti dal mondo
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica
L'artista di Brolo ha incantato il pubblico con un mix di suoni, spaziando dal jazz al folk