Alcamo: presentati i lavori degli Energy Team delle scuole partecipanti al progetto ESMES

L’azione progettuale ha sensibilizzato gli studenti sull'importanza di adottare comportamenti energetici sostenibili per ridurre il consumo energetico delle scuole

Sono stati presentati e premiati, ieri mattina, presso l’Auditorium della Cittadella dei Giovani, i lavori delle scuole partecipanti al progetto ESMES sul tema dell’efficienza e del risparmio energetico. Il progetto ESMES, di cui il comune di Alcamo è destinatario di un contributo da parte dell’UE, è finanziato dal Programma di Cooperazione Transfrontaliera –  Italia, Spagna, Giordania, Libano e Tunisia – ENI CBC MED. Le scuole che hanno aderito sono gli istituti comprensivi Navarra, Bagolino, P.M. Rocca e Montessori. A coordinare l’evento sono state Agata Scandariato per il comune di Alcamo e Giulia Scichilone per l’ICU (istituto per la cooperazione universitaria).

 

L’azione progettuale ha sensibilizzato gli studenti sull’importanza di adottare comportamenti energetici sostenibili per ridurre il consumo energetico delle scuole. Al riguardo, nei mesi scorsi, si è proceduto all’installazione di misuratori di corrente nei sei edifici scolastici – individuati dagli stessi dirigenti – ovvero gli Istituti Pirandello, Radice, Europa, Navarra Montessori e Verga. A seguire le scuole hanno individuato un “Energy team”, composto da un insegnante e tre studenti scelti all’interno degli Istituti Comprensivi partecipante al Contest.

Nella giornata di ieri sono stati presentati i lavori delle scuole partecipanti: tutte iniziative interessanti riguardanti il risparmio e l’efficienza energetica nelle scuole o nelle proprie abitazioni. I ragazzi dei diversi team, con l’aiuto dei loro professori hanno centrato in pieno le tematiche affrontate dal progetto Esmes, coinvolgendo e sensibilizzando le comunità educative delle scuole. L’Energy Team vincitore è quello della I.C. Navarra, composto da Marco Milazzo, Alessandra Agnello e Gaetano Poeta, guidato dal professore Alberto Pirrone.

“Siamo molto contenti per l’entusiasmo e la partecipazione manifestati dai ragazzi nel cogliere la sfida del Contest realizzando dei veri misuratori di corrente per l’efficientamento energetico e soprattutto – dichiarano congiuntamente l’assessore alla programmazione finanziaria Vittorio Ferro e l’assessore alla Pubblica Istruzione Mario Viviano – adottando delle buone pratiche comportamentali volte proprio al risparmio energetico. Constatiamo come siano proprio i più giovani che hanno una maggiore propensione a cogliere le sfide del cambiamento legate alla transizione ecologica e all’impatto ambientale. Infine – concludono gli assessori – un ringraziamento al personale della Direzione IV Opere Pubbliche che ha seguito il progetto in tutte le sue fasi”.

Prosegue a Paceco la rassegna estiva “A Macaràro” [AUDIO]

Ne parliamo con Giovanna Scarcella, la curatrice dell'evento
Le rate per il pagamento della Tari passano da tre a cinque
Intervista a Paolo Salerno, l'organizzatore della rassegna che da 16 anni propone i gusti dal mondo
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica
L'artista di Brolo ha incantato il pubblico con un mix di suoni, spaziando dal jazz al folk
Lo spettacolo si terrà in occasione della commemorazione della strage di Paolo Borsellino
Dei tre punti monitorati in provincia di Trapani, due risultano fuori dai limiti di legge
Tra queste, cinque cittadini tunisini che hanno violato il divieto di ingresso nel territorio nazionale italiano
Dieci imputati saranno giudicati con il rito abbreviato, gli altri otto con quello ordinario