Alcamo, la Polizia sgomina due bande di ladri di rame

Tra gli arrestati quattro minorenni

Sgominate dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Alcamo due bande di palermitani dedite ai furti di cavi di rame. Recuperati anche ingenti quantitativi di materiale che, in più riprese, era stato rubato presso lo scalo ferroviario di Alcamo Diramazione, ubicato in contrada Coriolano, nelle campagne di Calatafimi Segesta.

Grazie al sistema di videosorveglianza installato da Rete Ferroviaria Italia, vista l’escalation delle incursioni in quel sito, la notte del 28 dicembre scorso gli agenti del Commissariato alcamese, hanno intercettato due pregiudicati palermitani che, vistisi scoperti, si sono dati alla fuga con un mezzo rubato, già caricato con diversi spezzoni di cavi elettrici di diverse sezioni.

Giunti in prossimità dello svincolo di Segesta, nel tentativo di far perdere le loro tracce, sono usciti dall’autostrada percorrendo alcune strade interpoderali ma, grazie al supporto di una pattuglia della Volante di Trapani sopraggiunta – sono stati fermati e identificati come due pregiudicati palermitani di 21 e 22 anni specializzati in reati predatori. L’arresto è avvenuto nella flagranza di reato per furto aggravato e ricettazione.

I due sono anche stati denunciati a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale perché, durante la fuga, in più occasioni, hanno tentato di speronare l’auto della Volante percorrendo anche un tratto di strada contromano.
Dopo l’udienza di convalida, sono stati sottoposti alla misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Trapani.

Un analogo episodio si è verificato nella notte tra il 3 ed il 4 gennaio quando gli agenti del Commissariato di P.S. di Alcamo hanno sorpreso e arrestato cinque pregiudicati palermitani – uno maggiorenne e quattro minorenni – che viaggiavano a bordo di un mezzo pesante già caricato con circa 3 tonnellate di cavi elettrici per un trovalore di per circa 14.000 euro. Il maggiorenne è stato sottoposto all’obbligo di dimora, con permanenza domiciliare serale e notturna (contestualmente all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per tre giorni alla settimana), mentre per i quattro minorenni è stata disposta la misura cautelare del collocamento in comunità.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 15 giugno
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione