Alcamo: arriva “FESTorica 2022” l’evento della tradizione popolare siciliana

Dal Villaggio Storico civile e militare multi-epocale al Corteo Finale, passando per i tamburi, musici e sbandieratori, armigeri, degustazioni e bevande d’epoca, dal 17 al 19 giugno Alcamo rappresenta la tradizione della nostra terra

La Federazione Storica Siciliana, in collaborazione con il Comune di Alcamo presentano “FESTorica 2022”: il 17, 18 e 19 giugno si terrà la prima manifestazione siciliana che riunisce Associazioni storiche, artistiche, culturali e di tradizione popolare della Sicilia.

 

“Ringraziamo di vero cuore il Comune di Alcamo, nella persona del Sindaco Domenico Surdi e della sua Giunta comunale per la fiducia accordataci e per il sostegno economico deliberato per sostenere questa grande manifestazione di carattere regionale – dichiara Claudio Maltese, presidente della Federazione Storica Siciliana -. Tutta l’Amministrazione comunale alcamese, con i dirigenti, gli impiegati e le forze dell’ordine hanno collaborato per consentire un regolare svolgimento dell’evento – continua il presidente Maltese -. Una grande collaborazione anche da parte di cittadini, comunità religiose e le varie strutture ricettive locali che ospiteranno i numerosi gruppi che arrivano da tutte le provincie della Sicilia”.

Tutto è pronto per accogliere cittadini e turisti nella piazza dove troneggia l’antico Castello dei Conti di Modica ad Alcamo. Dal Villaggio Storico civile e militare multi-epocale al Corteo Finale, passando per i tamburi, musici e sbandieratori, armigeri, degustazioni e bevande d’epoca, il tutto accompagnato da vari spettacoli storici in piazza Ciullo.

Il programma nel dettaglio:
Venerdì 17 giugno – Cerimonia Inaugurale
alle ore 18:00 presso il Palazzo Comunale si terrà l’naugurazione della FESTorica – Alcamo 2022 con le autorità. Colpo a salve di Cannoni storici, come segnale di apertura. Elezione della “Dama Sicilia 2022”: la Dama alcamese che rappresenterà la terra di Trinacria nell’intera manifestazione.

A seguire il corteo inaugurale della Dama Sicilia e dei presenti; apertura della Mostra Abiti Storici (di fronte Chiesa Madre) e del grande Villaggio Storico civile e militare; un percorso storico, culturale ed artistico multiepocale: dai mercanti ed artigiani con la loro mercanzia e i loro manufatti. La Taverna e le varie degustazioni, realizzate secondo antiche ricette. Accampamenti militari con poligono di tiro con l’arco. Arena di scherma; postazioni di cannoni storici e la falconeria. Parco Giullerìa, con gli antichi giuochi. Mostra di Abiti Storici (ex-Chiesa S. Nicola da Bari, c.so VI Aprile). Alle ore 21:30, infine, a piazza Ciullo si terrà lo spettacolo musicale.

Sabato 18 giugno ore 17:00 – piazza Castello Villaggio Storico civile e militare – attorno al Castello, aperto fino alle 24. Alle ore 18:00 da piazza Ciullo sfilate, tamburi, musici e sbandieratori gireranno per le vie di Alcamo.

Alle ore 18:15 a piazza Ciullo si assisterà alla tradizione dell’opera dei pupi. Alle ore 19:00 – Castello di Alcamo degustazioni guidate all’Enoteca Regionale Sicilia Occidentale su prenotazione  (info 350 933 8527)

A seguire alle ore 22:00 presso piazza Ciullo si terrà il “Gran Galà della FESTorica 2022”: una serata di spettacolo con i vari gruppi che si esibiscono nelle antiche attività: danza, giocoleria, balli ottocenteschi, cucina storica. Esibizioni di Armigeri, la Falconeria e i ritmi dei tamburi, musici e sbandieratori.  Per finire, alle 23:30 si terrà lo spettacolo del fuoco e la “FESTorica della Musica medievale”.

Domenica 19 giugno ore 11:00 a piazza Castello torna il Villaggio Storico civile e militare (attorno al Castello – apertura fino alle ore 17).
Alle ore 11:00 – dalla Parrocchia S. Francesco di Paola sfilate di tamburi, musici e sbandieratori per le vie di Alcamo.
Alle 11:15 a piazza Ciullo si ascolteranno di racconti delle Associazioni con l’evento “FESTorica della nostra terra di Sicilia” La storia e i personaggi della Sicilia. E ancora, alle 15:30, dal Castello, “Il grande corte della FESTorica”: un lungo percorso multiepocale coi gruppi provenienti da tutta la Sicilia.

Infine alle ore 16:45 a piazza Ciullo si terrà il Gran Finale e la consegna attestati alle Associazioni federati che, con passione, operano per la valorizzazione del patrimonio storico, culturale, artistico e di tradizione popolare in Sicilia.

Conclusione con le bandiere che volteggeranno alte nel cielo, gli squilli di Chiarine e il rullare di tamburi che riecheggiano nell’antica Alcamo per salutare ed omaggiare tutti gli intervenuti. manifesto 50x70

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
La storica Biblioteca diventa interattiva e accessibile a tutti grazie all'introduzione di tecnologie digitali all'avanguardia
"Un anno fa l'annuncio del ripristino delle risorse finanziarie e della necessità di avviare una nuova procedura di gara,, ma nulla si è mosso"
Il militare si trovava, libero dal servizio, in un centro commerciali a Milazzo, nel Messinese
Lo dispone, per oggi, un provvedimento della Polizia Municipale
Il 10 ottobre scorso il Consiglio comunale aveva deciso il conferimento accogliendo la proposta della Giunta
Presentato progetto per l'installazione di ulteriori telecamere per la sorveglianza del territorio
È la seconda unità del genere della Compagnia di navigazione
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 15 giugno
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio