“Aita Mari” nel porto di Trapani, avviate procedure di sbarco dei migranti [FOTO e VIDEO]

In corso le operazioni di controllo sanitario e di trasferimento per quarantena anti Covid

È arrivata stamattina intorno alle 9, nel porto di Trapani, e ha attraccato al molo Ronciglio, la “Aita Mari”, la nave della ong Salvamento Maritimo Humanitario a bordo della quale ci sono 105 persone tratte in salvo nel Mediterraneo.

Al momento in cui scriviamo sono in corso le operazioni di controllo sanitario con l’effettuazione dei tamponi per rilevare l’eventuale positività al covid-19 o altre patologie che necessitano di interventi di cura. Contrariamente a quanto diffuso ieri, i positivi già accertati sarebbero 16 e non 6, così come il numero dei minorenni sarebbe maggiore degli 8 comunicati in un primo momento.Allo stessa banchina è attraccata anche la nave Snav “Adriatico“, pronta ad accogliere i migranti che saranno così sottoposti alla prevista quarantena prima di essere destinati, se ne hanno diritto, ai centri di accoglienza per richiedenti asilo.

A bordo di questa imbarcazione sono già presenti 300 persone che stanno effettuando il periodo di isolamento e ci sono soltanto altri 30 posti liberi, ragione per cui se i migranti trovati positivi sulla “Aita Mari” dovessero risultare in numero maggiore bisognerà trovare loro una sistemazione diversa.

Intanto, a cura dei volontari della Croce Rossa di Trapani, sono stati distribuiti i pasti e l’acqua forniti dalla stessa nave quarantena. GUARDA IL VIDEO delle attività diffuso dalla ong

 

In base alle notizie disponibili al momento sulla loro nazionalità, sulla “Aita Mari” sarebbero presenti 104 uomini provenienti dall’Egitto e 1 dal Gambia.


AGGIORNAMENTO ORE 14
Avviato lo sbarco, a piccoli gruppi, dei migranti che, dopo i controlli effettuati dai sanitari dell’Usmaf sulla “Aita Mari”, salgono sulla nave “Adriatico” per la quarantena anti Covid. Confermato che 16 di loro sono risultati positivi al tampone effettuato stamattina. I minori non accompagnati sono 20 e saranno, invece, trasferiti a terra in idonea struttura di accoglienza

Secondo quanto diffuso dallo staff della ong Salvamento Maritimo Humanitario, i migranti, che erano stati tratti in salvo lo scorso 19 ottobre, hanno riferito di violenze, torture ed estorsioni subite nei centri di detenzione della Libia. Alcuni di loro ne portano ancora le tracce sul corpo, oltre che nella psiche.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 15 giugno
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione