Aggressione al Pronto Soccorso di Castelvetrano, i Carabinieri denunciano un uomo

Il familiare di un paziente è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e tentate lesioni

Ancora una aggressione al personale sanitario al Pronto Soccorso dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano. Ieri pomeriggio il familiare di un cittadino che era stata preso in cura dai medici ha aggredito un operatore sanitario e avrebbe dato pure calci alle porte del locale.

Il personale è stato costretto a chiamare i Carabinieri che hanno inviate una pattuglia sul posto e l’uomo si sarebbe scagliato anche contro i militari che lo hanno condotto in caserma. Qui il 66enne è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e tentate lesioni.

Quello di ieri non è il primo episodio del genere e, qualche settimana fa, i medici avevano lamentato condizioni di lavoro a rischio. Attualmente il Pronto soccorso di Castelvetrano opera nella metà degli ambienti a causa dei lavori per l’ammodernamento dei locali. La vigilanza con guardia giurata è garantita la mattina fino alle ore 14 e nelle ore notturne mentre non viene effettuato il turno pomeridiano.

Custonaci, la Sicilia e i suoi borghi: sabato il convegno [AUDIO]

Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
L'oggetto era sulla battigia della spiaggia sotto le Mura di Tramontana
In collaborazione con le associazioni MareVivo e A.S.D. Misilese
Lunga maratona di voci e musica al Parco archeologico

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
La Consulta delle associazioni e la Consulta per la Pace e la Cooperazione
“Se non si stanziano i fondi per l’aggiornamento del progetto, sarà stato tutto inutile”
Andava in giro di notte con un monopattino elettrico
In vista della Settimana Sociale dei cattolici italiani e delle prossime elezioni europee
Possono accedere al beneficio le cantine sociali costituite in forma cooperativa