Aeroporto di Trapani, disagi per chi utilizza i bus: la segnalazione di un cittadino [FOTO e AUDIO]

"Lo spostamento dei capolinea degli autobus è un pessimo biglietto da visita, una bruttissima accoglienza per chi sbarca in terra siciliana"

La definisce una “pessima esperienza” quella vissuta ieri all’aeroporto Vincenzo Florio” di Trapani, il cittadino che ci ha inviato una dettagliata segnalazione, corredata di foto, che pubblichiamo, riguardante il “terminal” dei bus che servono lo scalo.

“Ho scoperto con sorpresa al mio ritorno in Sicilia – scrive – che gli stalli del trasporto via bus, sia quello pubblico dell’AST che quelli delle autolinee private, che si trovavano immediatamente all’uscita dell’aerostazione e rappresentavano un servizio essenziale e una comodità, sono stati recentemente spostati.

“Il luogo scelto per il loro trasferimento è una landa desolata, cementificata e asfaltata, sotto il sole, senza un albero, servizio ristoro o la possibilità di un servizio igienico.
Un luogo che non può neanche definirsi di serie C e che fa retrocedere la proverbiale accoglienza e ospitalità trapanese nella categoria della maleducazione. Con altri cittadini e turisti sono stato costretto – prosegue – con tutti i bagagli, a percorrere centinaia di metri sull’asfalto cocente in mezzo ad un parcheggio, con il rischio di essere investito.

Ad attenderci un tristissimo e insufficiente gazebo che non riesce neanche a fare ombra alle otto (otto!) panchine di plastica impolverate che diventano bollenti sotto il sole. Una situazione davvero degradante, inaccettabile, indecorosa, umiliante per chi vuole usufruire del trasporto via bus.

“Gli stalli del trasporto pubblico e del servizio collettivo delle autolinee private – commenta il cittadino – dovrebbero restare più vicini possibili alla aerostazione, invece sono stati allontanati e gli autobus, alla partenza, non vi transitano neanche davanti. Ieri pomeriggio ci siamo trovati ad aspettare in queste condizioni, per un’ora, il bus diretto a Trapani. Fortissimo tra i presenti il malcontento e le lamentele per una scelta sbagliata e scorretta. Ci siamo chiesti se Airgest spa, che gestisce lo scalo, stesse boicottando il trasporto pubblico locale e il trasporto collettivo delle autolinee private”.

“Abbiamo auspicato che la dirigenza di Airgest, responsabile di questo clamoroso errore, riporti gli stalli degli autobus adiacenti alla aerostazione per garantire sicurezza e comodità ai fruitori dell’aeroporto, riducendo l’affollamento di taxi, auto con conducente e il traffico privato che, sin dalla primissima uscita dello scalo, si accalcano rappresentando un assembramento e un pericolo per la sicurezza di chi transita. Il risultato dello spostamento dei capolinea degli autobus è un pessimo biglietto da visita, una bruttissima accoglienza per chi sbarca in terra siciliana. C’è da sperare che questo argomento trovi la giusta dignità quando, alla fine di giugno, l’aeroporto celebrerà i suoi trent’anni e la Regione siciliana, socia di maggioranza dello scalo trapanese, batta un colpo e tuteli il trasporto pubblico, i suoi lavoratori, i cittadini siciliani e i turisti”.

Sul punto abbiamo intervistato Salvatore Ombra, presidente di Airgest che fa una serie di precisazioni.  Per ascoltare schiaccia PLAY

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Sarebbero state rimpinguate con sabbia proveniente da altri luoghi
L’iniziativa è frutto della preoccupante carenza idrica che sta colpendo la Sicilia
Prevista l'istituzione di un fondo specifico destinato al finanziamento dei riti della Settimana Santa iscritti al REIS
Sarà l'occasione per scoprire il paesaggio incontaminato, dove la natura ha ripreso il sopravvento, dopo il devastante incendio di un anno fa
Un'opportunità per affrontare i temi cruciali della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile
Duo di producers multiplatino con più di tre milioni di ascoltatori mensili su Spotify

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Nel programma approvato a maggio abbiamo puntato sulla qualità degli eventi che si articolano da giugno a settembre"
"Il Comune di Trapani si faccia trovare pronto con un progetto unitario per accedere alle risorse della rigenerazione urbana"
L’evento sarà un'occasione significativa per esplorare approfonditamente gli aspetti naturalistici e culturali dei paesaggi delle due isole vulcaniche
La selezione, rispondendo in primis al principio di sostenibilità, ha elaborato un cartellone che prenderà il via a metà luglio e durerà tutta l’estate
Nell'occasione si presenta il libro “Pietro il pescatore pastore” di don Fabio Pizzitola