Ad Alcamo la presentazione del libro “Se Colapesce si stancasse”

Il 26 maggio all’Oratorio del Collegio dei Gesuiti

Nell’ambito delle iniziative di Alcamo Book Festival che si svolgerà da domani, 23 maggio, fino domenica prossima 26 maggio, presso l’Oratorio del Collegio dei Gesuiti si terrà, proprio il 26, la presentazione del libro di Alan David Scifo “Se Colapesce si stancasse”, Navarra editore.

“Se Colapesce si stancasse” è un viaggio-inchiesta lungo le coste e l’entroterra siciliano compiuto dal giovane giornalista agrigentino, Alan Scifo, che svela alcuni dei più gravi, ma meno noti, disastri ambientali d’Italia; un reportage crudo che presenta la Sicilia come terra di veleni e non fa sconti a nessuno.

L’opera nasce dall’inchiesta giornalistica che l’autore porta avanti, da anni, per diverse testate (La 7, Rai 2, Il Fatto quotidiano, L’Espresso, TPI) e con progetti autonomi ed è un proseguimento ideale del suo primo libro “Sud del Sud”, uscito nel 2019. Adesso Scifo allarga il suo campo di indagine a tutta la Sicilia e focalizza il suo sguardo sulle questioni ambientali legate all’inquinamento industriale e alla gestione dei rifiuti.

Il libro narra la storia dell’inquinamento dal mare di Augusta a Gela, dalle miniere di Caltanissetta alla fabbrica Montecatini all’isola Lampedusa, dalle cave di Trapani alla costa mediterranea da Palermo a Trapani, passando per Porto Empedocle e si concentra sulla correlazione (spesso negata) tra danni ambientali e malattie: nei territori in cui sono presenti gli ecomostri, tanti i casi di morte per malattie polmonari, tumori, infezioni e malattie congenite rare. Tragedie silenziose che si scontrano con l’immobilismo e la corruttela delle istituzioni. Il testo – vincitore del progetto SIAE Per chi crea – contiene inchieste inedite e tematiche scottanti spesso mai arrivate alla cronaca nazionale.

Alan David Scifo nato a Stoccarda nel 1989, giornalista, vive in Sicilia, nell’Agrigentino, collabora con Rai2, La Repubblica-Palermo, Il Fatto Quotidiano, L’Espresso, Millennium e TPI. Si occupa soprattutto di ambiente, inquinamento, opere incompiute, emigrazione e mafia. In passato, ha lavorato per i quotidiani siciliani, tra cui La Sicilia, il Giornale di Sicilia, il Corriere del Mezzogiorno e Live Sicilia, portando alla ribalta diversi casi che sono stati discussi in Parlamento e in Commissione europea. Dal 2020 lavora anche in tv, come inviato per “Ogni Mattina” su Tv8, come reporter per “L’Aria che tira” su La7, e ad oggi per il programma di approfondimento “Ore14 “su Rai2; nel 2022 ha vinto il premio Maria Grazia Cutuli come giornalista emergente.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
A disposizione 1.377.800 euro per aumentare la dotazione idrica totale di 150 litri al secondo
L'assessore all'istruzione Turano: «Ispezioni efficaci, alta percentuale di irregolarità»
Firmato protocollo tra Asp, Uffici giudiziari di Trapani e Marsala e UEPE
Protagonista dell’esibizione sarà il gruppo musicale al quale partecipano persone di età diversa che vanno dai bambini di 8 anni agli adulti di 60 anni, e da migranti di età compresa tra i 16 e i 26 anni

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Sono i cinque indicati in sede di presentazione della candidatura e delle liste a sostegno di Quinci
Ottenuto il parere favorevole della Commissione Attività produttive dell'ARS
Imprese agricole e zootecniche potranno usufruire di deroghe in alcuni ambiti della Politica agricola comune