Abbandono rifiuti, sanzionati cittadini e un’attività commerciale a Trapani

Prosegue il lavoro degli ispettori ambientali comunali

Prosegue a Trapani l’attività degli ispettori ambientali comunali per contrastare il fenomeno dell’abbandono indiscriminato di rifiuti sulle strade.

Cinque persone – tra cui il titolare di un negozio – sono state sanzionate per errato conferimento dopo che, grazie alle telecamere installate in punti strategici, sono state riprese mentre erano intente ad abbandonare spazzatura sul suolo pubblico. Nel complesso le sanzioni ammontano a 500 Euro.

“Il lavoro degli ispettori ambientali, in coordinamento con la Polizia Locale, anche alle segnalazioni dei cittadini – commenta il sindaco Tranchida – comincia a dare i suoi frutti ma non ci accontentiamo: possiamo fare ancora tanto per una Trapani più pulita e dunque più bella”.

Per segnalare situazioni di degrado ambientate è possibile contattare i numeri 3296708111 e 3347997217.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
La notizia è stata comunicata durante una riunione alla Prefettura di Trapani
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Il provvedimento è entrato in vigore lo scorso 15 giugno
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale