A Nubia due strade dimenticate da sessant’anni [REPORTAGE]

Le due vie si collegano con la strada principale e possono essere utilizzate come itinerario alternativo in caso di emergenza o necessità

Sessant’anni – da quando ne hanno memoria alcuni cittadini – è il tempo in cui versano in stato di noncuranza e pericolo due strade di Nubia, si tratta di via Giacomo Ciaccio Montalto e via Martin Pescatore. Un cittadino ha raccontato ai nostri microfoni il disservizio e le problematiche legate a questi due passaggi della frazione del Comune di Paceco, che sembrano non trovare considerazione da chi ne ha competenza.

Manca l’asfalto, sono piene di fango con la pioggia e si riempiono di polvere d’estate, per non parlare delle profonde buche che si sono formate nel tempo e che rappresentano un serio rischio sia per gli automobilisti sia per i pedoni. Eppure le due strade sono importanti per la sicurezza dei residenti della zona e non solo: in caso di emergenza o di necessità possono essere utilizzate come itinerari di fuga perché si collegano con via Libertà, una delle strade principali della frazione.
Isidoro Giacalone – residente in una delle due vie – da 10 anni insieme ai suoi vicini ha portato avanti la battaglia per la messa in sicurezza delle strade e per il ripristino del decoro, che sembra però purtroppo non finire.  Via Giacomo Ciaccio Montalto e via Martin Pescatore inizialmente erano private ma i residenti della zona hanno rinunciato alla proprietà in favore del Comune cosicché potesse interessarsi e attivarsi con interventi di manutenzione straordinaria.
Ascolta l’intervista a Isidoro Giacalone
Purtroppo, nonostante la gara d’appalto sia stata regolarmente espletata e con una ditta vincitrice da gennaio 2021, i lavori non sono mai iniziati. “Ci sentiamo presi in giro dal Comune – afferma Giacalone – che è intervenuto in diversi punti della frazione con svariati lavori ma che non si attiva per sistemare le due vie”.

Intanto, il primo cittadino del Comune di Paceco, Giuseppe Scarcella, ha spiegato ai nostri microfoni che è priorità dell’Amministrazione trovare una soluzione e avviare i lavori. E che gli interventi non sono iniziati semplicemente per carenza di personale: all’inizio per la cura e realizzazione del progetto e poi per la direzione dei lavori. Il sindaco, nonostante l’attuale situazione di stasi, sottolinea che le porte della Casa comunale restano aperte per un incontro con i cittadini per trovare insieme una soluzione.
Ascolta l’intervista al sindaco di Paceco Giuseppe Scarcella

Nel frattempo si spera arrivino operai e professionisti che da sessant’anni sono attesi dai cittadini di Nubia per mettere finalmente la parola fine su questa vicenda.
Guarda la nostra gallery:

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
"Essenziale conoscere le modalità della truffa e denunciare", dicono gli investigatori
Per potenziare i percorsi di tutela dei migranti in condizioni di fragilità in arrivo e inseriti nel sistema di accoglienza
Lunedì 17 giugno al Baglio Elena con esperti, politici e tecnici
Iniziativa dei consiglieri comunali di minoranza
15 anni di carriera con all’attivo nove album e oltre 200 live, lo scorso 31 maggio è uscito “Mezzo rotto”, il nuovo singolo feat. Bigmama
La mostra, articolata in due musei, il Cordici e il Wigner San Francesco, presenterà opere di Andy Warhol e Mario Schifano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Sindaci e Rete Territoriale per l'inclusione sociale hanno approvato le programmazioni delle quote assegnate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Iniziativa con gli studenti del “Professionale produzioni tessili e sartoriali” dell’Istituto “Calvino - Amico”
Sotto le mentite spoglie del geometra di Campobello di Mazara il capomafia di Castelvetrano si curava dal cancro