A Marsala dal 16 maggio torna “38° parallelo – tra libri e cantine”

Presentato al Complesso monumentale San Pietro il programma dell’ottava edizione

Torna anche quest’anno l’appuntamento con “38° Parallelo – tra libri e cantine”, il festival di saggistica ideato e diretto da Giuseppe Prode che animerà la città di Marsala dal 16 al 18 maggio.
“Presente Alternativo” è il tema di questa ottava edizione, che aprirà i battenti mercoledì 15 maggio, alle ore 21 con il concerto al teatro comunale “E. Sollima”, del pianista iraniano Ramin Bahrami, con “Oltre il presente: la visione di Bach”: una conversazione in musica tra uno dei più interessanti interpreti del compositore e musicista tedesco e il critico musicale Stefano Valanzuolo, voce di Rai Radio 3.

«Viviamo questo presente tra due guerre, una ad est e l’altra nel Mediterraneo e le implicazioni ci riguardano e ci toccano da vicino – dichiara il direttore del festival Giuseppe Prode – “38° parallelo” diventa così un Patto sociale autentico nei confronti della Comunità, un’azione culturale che, ai nostri paralleli, può e deve essere intesa come un voler continuare, come facciamo da anni, dal basso e in diretto dialogo con chi ha la curiosità di andare oltre. E anche quest’anno, il Festival propone suggestioni, spunti, provocazioni, non presenta solo libri: questi sono da sempre la base per ragionamenti e conversazioni ad ampio spettro».

L’edizione 2024 si apre ufficialmente, il 16 maggio, alle ore 10, sempre al “Sollima”, con una Masterclass con Ramin Bahrami e gli studenti del Conservatorio “Antonio Scontrino” di Trapani, mentre alle ore 18, alle Cantine Florio, sono di scena il rettore della LUISS Andrea Prencipe e l’editorialista del Corriere della Sera Massimo Sideri, autori del libro “Il Visconte Cibernetico. Italo Calvino e il sogno dell’intelligenza artificiale” (Luiss University Press): conversano con Francesca Lagioia, ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna, in collaborazione con il Liceo scientifico “P. Ruggieri” di Marsala.

Il 17 maggio, alle ore 18, alle Cantine Vite ad Ovest, Stefano Allievi, docente presso il Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata all’Università di Padova e autore del libro “Governare le migrazioni. Si deve, si può” (Laterza edizioni) conversa con Daniela Melfa, docente presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche all’Università di Messina, in collaborazione con il Liceo Statale “Pascasino” di Marsala. Sempre il 17 maggio, alle ore 20.30, al Parco Archeologico di Lilibeo Marsala, è in programma la proiezione del docufilm “Food for profit” alla presenza degli autori, i giornalisti Giulia Innocenzi e Pablo D’Ambrosi, con l’introduzione di Nicola Barraco, autore de Le Iene.

Il 18 maggio, alle ore 10, alle Cantine Florio, si svolgerà il workshop “Attivare partecipazione, stare in rete, creare contesti culturali. La produzione culturale e il suo valore sociale”, con Emiliano Paoletti, direttore a Torino del Polo del Novecento. Si proseguirà con la presentazione del progetto editoriale “Seguirà firmacopie – festival e rassegne in Sicilia” curato da Domenico Occhipinti, pubblicato da Navarra Editore e presentato quest’anno al Salone del Libro di Torino. Nel pomeriggio, alle ore 19, al Parco Archeologico di Lilibeo Marsala la conversazione condotta da Marco Marino, editor per la casa editrice Il Saggiatore, “La poesia come presente alternativo”, con Diletta D’Angelo, Gaia Giovagnoli e Laura Pugno. Anche in questa occasione, ci sarà la partecipazione degli studenti del Liceo scientifico “P. Ruggieri” di Marsala. A chiudere la rassegna, alle ore 21, in piazza Purgatorio, l’evento “Terra, acqua, vino e vento: Chiacchiere da osteria sul vino agricolo contemporaneo”, con Gaetano Saccoccio, Vincenzo Angileri, Natalia Simeti e Aldo Viola.

Off di 38° parallelo, il 19 maggio, presso il CIVIC a Mazara del Vallo, alle ore 18.30, con la proiezione del documentario “La vocazione di perdersi”, realizzato in collaborazione con la libreria Lettera 22 e l’associazione Oliver.

«Questo evento rappresenta un’opportunità per promuovere la conoscenza, il confronto e la riflessione su tematiche cruciali, offrendo spunti di approfondimento e dibattito – ha detto il sindaco Massimo Grillo in occasione della conferenza stampa di presentazione del festival – Attraverso la diffusione della cultura e della conoscenza, Marsala si propone di costruire un tessuto sociale più coeso e consapevole, capace di affrontare le sfide del presente con solidarietà e saggezza».

«Storia, cultura, enologia e patrimonio archeologico: quattro tra i pilastri su cui si basano la vita sociale e l’economia della nostra comunità, si uniscono ancora una volta grazie a questa manifestazione, valorizzando luoghi ed esperienze uniche del nostro territorio – ha aggiunto il parlamentare regionale marsalese Stefano Pellegrino – Una manifestazione che non a caso riceve il sostegno dell’Assemblea Regionale e degli Assessorati alla Cultura e al Turismo della Regione, che ne rievocano il valore anche per creare nuove opportunità di conoscenza e sviluppo».

Il festival si avvale della collaborazione, rinnovata con un accordo di valorizzazione triennale, del Parco Archeologico di Lilibeo Marsala, che, come spiega la direttrice Anna Occhipinti, ha tra le sue mission quella di «aprire le porte alle occasioni di conoscenza, coniugando riflessioni e valorizzazione del patrimonio collettivo, tutela della bellezza e della capacità critica, per un percorso di crescita culturale che non si deve mai arrestare». Cosa che, assicura la direttrice, viene fatta con il coinvolgimento del territorio e delle sue eccellenze. Da qui la scelta, anche quest’anno, «di vivere questa nuova edizione nel segno della condivisione».

Tra i partner di “38° parallelo” c’è anche il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Marsala che ha rinnovato la sua collaborazione con la rassegna in coincidenza con lo svolgimento, dal 15 al 18 maggio, dell’VIII Congresso Giuridico dell’Unione dei Fori della Sicilia e del Distretto di Palermo “I Cantieri del Diritto” che, come spiegano il presidente COA di Marsala Giuseppe Spada e la presidente CPO di Marsala Adele Pipitone, «vedrà la partecipazione dei vertici delle istituzioni forensi nazionali e dell’avvocatura siciliana. Il tema conduttore di questa edizione – aggiungono – sarà “L’intelligenza artificiale, i diritti fondamentali e l’avvocatura di domani”. Una sinergia, dunque, fra due manifestazioni di rilievo nazionale che in apertura dei lavori di mercoledì 15 Maggio, alle ore 17 al Complesso San Pietro, avranno l’onore di ospitare il celebre pianista iraniano Ramin Bahrami, per conversare di musica e diritti umani prima di assistere al concerto organizzato al Teatro Sollima da “38 parallelo”».

L’ottava edizione di “38° Parallelo – tra libri e cantine” si avvale del patrocinio del Ministero della Cultura, del patrocinio e contributo dell’ARS, Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e Assessorato dei Beni culturali e dell’Identità siciliana Regione Siciliana, del Comune di Marsala e del Parco Archeologico di Lilibeo Marsala.

La rassegna aderisce anche quest’anno a “Il Maggio dei Libri” e ha il supporto del Centro per il libro e la lettura, BiblioTP – Rete delle Biblioteche della Provincia di Trapani, del Festival Rete Letterari del Trapanese e dell’OAPPC Trapani. Sono media partner Rai Radio 3, RMC101 – TP24 e La TR3 – canale 83. La rassegna si avvale anche di sponsor privati, BPER Banca, Cantine Florio, Farmacia Giammarinaro e Goals Technologies. «Siamo felici di essere partner del 38° parallelo di Marsala. Si tratta di un festival arrivato all’ottava edizione, dunque è ormai entrato nella tradizione degli appuntamenti primaverili di questa città – dichiara il responsabile territoriale Retail Sicilia, Corrado Suma – “38° parallelo” valorizza il grande patrimonio letterario non solo di Marsala, ma di tutta la Sicilia. La nostra banca è sempre in prima linea nella promozione culturale dei territori che presidia, e questo festival è sicuramente uno degli esempi di maggior partecipazione».

A realizzare il manifesto di questa ottava edizione, il pittore e illustratore Alessandro Sanna, figura di prestigio nella promozione del valore dei libri, della lettura e della cultura dell’infanzia. Presente in diversi Paesi già da molti anni, vanta una carriera ricca di successi, tra cui la triplice vittoria del Premio Andersen. Lo scorso anno ha firmato il manifesto inaugurale del Premio Strega Poesia.

Custonaci, la Sicilia e i suoi borghi: sabato il convegno [AUDIO]

Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
Lunga maratona di voci e musica al Parco archeologico
La Consulta delle associazioni e la Consulta per la Pace e la Cooperazione
“Se non si stanziano i fondi per l’aggiornamento del progetto, sarà stato tutto inutile”

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Andava in giro di notte con un monopattino elettrico
In vista della Settimana Sociale dei cattolici italiani e delle prossime elezioni europee
Possono accedere al beneficio le cantine sociali costituite in forma cooperativa
Domenica la partita decisiva sarà disputata al PalaCardella