A Bruxelles i giornalisti vincitori del premio Europa si racconta: c’è anche una trapanese

La delegazione siciliana ha partecipato alla conferenza stampa della Commissione Ue, dove è stata accolta e ringraziata da Dana Spinant, vice portavoce della Von der Leyen

Visita alle istituzioni europee a Bruxelles per i cronisti siciliani vincitori della prima edizione del premio giornalistico “Po Fesr, l’Europa si racconta”, che ha assegnato riconoscimenti agli autori dei migliori articoli, reportage e servizi cartacei e on-line sull’utilizzo dei fondi strutturali comunitari. L’iniziativa è stata organizzata dal dipartimento Programmazione della Presidenza della Regione e dall’Ordine dei giornalisti di Sicilia.

Due giorni fa la delegazione siciliana ha incontrato i funzionari della Dg Regio della Commissione Ue, Matteo Salvai e Luca Mattiotti, negli uffici della Direzione generale Politica regionale e ha partecipato alla conferenza stampa della Commissione Ue, che oggi era incentrata sul tema sulla cyber security.

All’incontro con i giornalisti provenienti dai diversi Paesi dell’Unione sono intervenuti Valdis Dombrovskis, vicepresidente esecutivo della Commissione Ue e commissario europeo per l’Economia, Nicolas Schmit, commissario per il Lavoro e i diritti sociali e Dana Spinant, vice portavoce della presidente Ursula Von der Leyen.

Quest’ultima, durante il suo intervento in conferenza stampa, ha salutato la delegazione siciliana, ringraziandola della partecipazione nell’ambito delle attività previste dal premio giornalistico “Po Fesr, l’Europa si racconta”.

La delegazione in visita a Bruxelles è composta dai giornalisti vincitori del premio, Andrea Cannizzaro (I Love Sicilia), Paolo Buda (Lagazzettadelcalatino.it), Salvo Ricco (Ansa) e Valentina Bongiovanni (Alpa TV), dal presidente e vicepresidente dell’Ordine regionale dei giornalisti, Roberto Gueli e Salvo Li Castri, e dal dirigente e funzionario del Servizio 1 “Comunicazione” del dipartimento Programmazione, Angela Antinoro e Marco Tornambé.

Il programma della attività è proceduto con la visita delle sedi Rai e Ansa di Bruxelles. Ieri, giovedì 7 settembre, la delegazione si è recata al Consiglio europeo e al Parlamento Ue, dove ha incontrato gli europarlamentari siciliani. In conclusione una tappa anche al museo “Casa della Storia Europea”.

La seconda edizione del Premio, lanciata lo scorso luglio, premierà giornalisti iscritti all’Ordine di Sicilia, autori di articoli, reportage e servizi andati in onda o pubblicati su carta stampata, tv, radio, agenzie di stampa o testate online (regolarmente registrate), tra il 5 luglio e il 15 novembre 2023. Le istanze vanno inviate entro il 16 novembre. Il bando è disponibile sui siti www.euroinfosicilia.it/ e www.odgsicilia.it/. Una mappa georeferenziata dei progetti finanziati dal Po Fesr Sicilia 2014-2020 è consultabile nella sezione “luoghi” del sito www.europelovesicily.it/.

Fileccia v/s Barbara, polemica a suon di “Pop Fest” [AUDIO e VIDEO]

Barbara "In estate tornerà la ruota panoramica", Fileccia "Se è così, la prossima festa di capodanno la organizzo io!"
"Su altre opere candidate dal Comune di Trapani si aprirà un tavolo di confronto con la governance della ZES"
Gli studenti di alcune scuole primarie parteciperanno ad una visita teatralizzata
I funerali domani alle 9.30 nella chiesa di San Francesco di Paola
Sabato 28 e domenica 29 aprile nella piazza ex Mercato del pesce
Comprando il pacchetto doppio verrà omaggiata una t-shirt speciale
Dopo la notifica della misura della custodia cautelare in carcere aveva accusato un malore

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Il documentario mostra il filo che lega l'industria della carne, le lobby e il potere politico in Europa