6 aprile 1943: le campane della chiesa di San Pietro in memoria dei caduti [VIDEO]

"Quando il 5 aprile venne bombardato a tappeto l'aeroporto di Milo causando la distruzione di una decina di aerei, a Trapani il 70% della popolazione era già sfollato. In città, impossibilitati a farlo erano rimaste le classi più povere: operai, gente di mare, che popolavano densamente il quartiere di San Pietro"

Sono passati 78 anni dalla giornata più buia di Trapani: il bombardamento del 6 aprile 1943 rase al suolo parte del centro storico cittadino. Tutto ciò che era in corso Italia e via XXX gennaio fu spazzato via.

Questa mattina la cerimonia ha ricordato i caduti. Alle 15.20, orario dell’inizio del bombardamento, invece, la chiesa di San Pietro ha omaggiato i caduti con il rintocco delle campane, su richiesta da parte di due studiosi, Antonio Jacopo Triscari e Giuseppe Schifano.

Il primo è uno studente del liceo classico, il secondo è un adulto appassionato di ricerca storica. Insieme, hanno chiesto questa cosa a don Giuseppe Bruccoleri.

Ecco il video:

Come ci racconta il giornalista Beppino Tartaro nel suo scritto “6 Aprile 1943, Trapani sfigurata dalle bombe” sulla rivista EXTRA nel 2011, “il 6 aprile 1943 Trapani conobbe l’inferno. Una moltitudine di aerei sganciarono sulla città migliaia di bombe. I quadrimotori colpirono sull’asse nord-sud bombardando a tappeto la zona compresa tra il Porto e la Stazione ferroviaria. Inevitabilmente, il quartiere di San Pietro si trovò al centro di questo tremendo tiro al bersaglio. Fu una carneficina. In pochi riuscirono a salvarsi, le sirene suonarono quando già gli aerei erano sulla città e chi era riuscito a lasciare le case venne travolto dai crolli degli edifici. In quei quindici minuti di fuoco successe praticamente di tutto. A Piazza Teatro (oggi Scarlatti) saltò una cucina da campo tedesca provocando la morte di militari e civili mentre chi aveva cercato scampo nel rifugio allestito presso l’Istituto provinciale degli Artigianelli rimase schiacciato dal crollo del palazzo. A fine bombardamenti rimase una fitta coltre di polvere ed un silenzio spettrale rotto, a tratti, dalle urla di dolore di chi, sotto le macerie, cercava di salvarsi”.

Emergenza idrica in Sicilia, Bica: “Dobbiamo coordinare gli sforzi” [AUDIO]

"Ripristinare pozzi nel Trapanese potrebbe aumentare la portata idrica fino a 150 litri al secondo"
È stato trovato in possesso di circa 50 grammi di marijuana
"Confronto con i gruppi politici sulla seconda metà del mandato”
Il tecnico granata ha evidenziato come sia necessario restare concentrati sugli altri obiettivi
A fare gli onori di casa, il comandante di Reggimento, colonnello Michelangelo Genchi
Il deputato regionale trapanese esorta il centrodestra al governo regionale alla revisione dei quattro milioni in più rispetto al 2023 destinati alle scuole paritarie
Destinati dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali alla Sicilia per il Piano di attuazione locale
"Obiettivo prioritario quello di arrestare l'esodo dei giovani siciliani verso il Settentrione"
Per individuare le cause degli sversamenti a mare nella zona Baia dei Mulini

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Effettuati 76 servizi straordinari tra centro storico di Trapani e aree ritenute “a rischio” di Alcamo, Castellammare del Golfo, Marsala, Mazara del Vallo e Salemi
La refurtiva, per un valore di circa 5mila euro, è stata restituita
Pubblicato l'Avviso di "Project Financing" per l'ampliamento del 19° Padiglione
Negli ospedali di Castelvetrano, Marsala e Trapani saranno allestiti punti informativi
Tre giornate, da oggi a domenica 14 aprile, per gli amanti del giardinaggio e del Verde