Una strada per Carla Accardi a Trapani

La richiesta all'amministrazione comunale è stata presentata da due cittadini, cultori della storia di Trapani

Intitolare una strada di Trapani alla nota pittrice, di origine trapanese, Carla Accardi.

La proposta è stata presentata ufficialmente stamane all’amministrazione comunale da due cittadini, cultori della storia cittadina, Salvatore Accardi e Giuseppe Romano.

In occasione del centenario della nascita dell’artista, a Roma è stata organizzata una mostra antologica di dipinti di Accardi, protagonista della cultura non solo italiana per il suo contributo alla nascita e allo sviluppo di nuovi modi di intendere l’opera d’arte.

“Tenuto conto che sono trascorsi i termini di legge (10 anni dalla morte) utili per procedere alla intestazione di una via o piazza all’illustre cittadina e che i nomi femminili facenti parte della toponomastica cittadina non superano il 5% delle vie, la maggior parte delle quali dedicate a Sante e Madonne – si legge in una nota – abbiamo proposto ufficialmente al sindaco Tranchida e all’assessora alla Cultura d’Alì, che si possa intitolare una via o una piazza ad una nostra concittadina di fama mondiale”.

“All’uopo suggeriamo che venga mutato il nome di via degli Iris o del piazzale Ilio – scrivono Accardi e Romano – riportandone il vecchio toponimo sulla nuova lapide”.
A corredo della richiesta è stata allegata una nota biografica sull’artista.

Carla Accardi nacque a Trapani il 9 ottobre 1924, seconda di quattro figli, da padre ingegnere e madre proprietaria di saline. Appena ventenne si trasferì a Palermo dove frequentò, con il fratello Gaspare, l’Accademia di Belle Arti. Si spostò in seguito a Firenze, dove mantenne contatti con il pittore Giovanni Colacicchi. Lasciata l’Accademia fiorentina, si trasferì a Roma dove dipinse il suo primo quadro astratto, che chiamò “Scomposizioni”. In seguito fondò, con altri artisti, il “Gruppo Forma 1” e sposò il pittore Antonio Sanfilippo. Nel corso della sua brillante carriera artistica Carla Accardi fu designata componente dell’Accademia di Brera e consigliera della Commissione per la Biennale di Venezia.
A Trapani, nel 1998, alcune sue opere furono esposte nella chiesa Badia Grande con la retrospettiva “Carla Accardi: opere 1947-1997”.

Colta da un improvviso malore, Carla Accardi si spense a Roma il 23 febbraio 2014. Vito Damiano, allora sindaco di Trapani, partecipò al suo funerale per portare il saluto dell’intera città natale dell’artista.

Le borse di studio al Polo Universitario di Trapani, i dettagli [AUDIO]

Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica
Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica
Schifani: «Ordinanza per tutelare la salute degli addetti più a rischio»
La vicenda riguardava la gestione del depuratore
Si prosegue, fino al 20 luglio, con un ricco programma di proiezioni a cielo aperto, incontri e dibattiti, degustazioni e spettacoli
Due mesi di concerti, spettacoli e performance che abbracciano sette secoli di storia musicale, dal Medioevo al Barocco
L'inizio della sua collaborazione con la squadra di calcio cittadina risale al 1975

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
L'organismo ha lo scopo di effettuare un monitoraggio congiunto e una valutazione complessiva degli interventi
Il sindaco Forgione: "Bloccate risorse per importanti opere"
Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
Si spazierà tra proposte differenti che vadano incontro a pubblici diversi, tra teatro, musica e danza
Fondato nel 1991, per iniziativa di Antonio Sottile, ha preso parte a centinaia di concerti e manifestazioni artistiche in Italia e in Europa
Il teatro si colorerà di un immersivo fuoco "buono" che assale le colonne, si inerpica e tinge il tempio di rosso. Le repliche si terranno il 16, 17 e 18 luglio
Inaugurazione il 21 luglio, alle ore 19:00, con il concerto "Capo Verde in Musica Jerusa Barros 4th” presso il teatro a mare “Pellegrino 1880”
Dal 17 al 19 luglio in corrispondenza di un passaggio a livello