San Vito Lo Capo, riapre il Museo del Santuario

Grazie ai volontari sarà aperto al pubblico da giugno a settembre

0
862

Dal prossimo 2 giugno riapre il Museo del Santuario di San Vito Lo Capo. Grazie alla disponibilità di volontari dell’Azione cattolica parrocchiale, infatti, sarà possibile garantire l’apertura dalle 18 alle 20 nei mesi di giugno e di luglio e dalle ore 21 alle 23.30 nei mesi di agosto e settembre.

Il Museo del Santuario di San Vito Lo Capo, ospitato nei locali che attorno alla chiesa e destinati anticamente alla guarnigione e all’accoglienza dei nobili pellegrini, comprende una notevole collezione di preziosi argenti sacri e parati storici. L’architettura dell’edificio, con le sue sedimentazioni, mostra l’evoluzione del Santuario attraverso i secoli e si presenta come una interessantissima commistione di elementi di costruzione militare (la torre a lancia, le feritoie, il guardaporte, etc…), religiosa (le nicchie votive, il rosone, il campanile, ecc…) e civile (lo scalone nobile, la meridiana, i balconi.

La prima sala è dedicata agli argenti, per lo più di manifattura siciliana, che appartengono ad epoche diverse: i più antichi sono datati alla fine del 1500, i più recenti al XXI secolo. La sala accoglie anche l’opera più importante, la statua lignea dell’Immacolata, e un Ecce Homo in stucco, realizzato da Orazio Ferraro, entrambi del XVI secolo.

La sala successiva è dedicata ai paramenti di cui il più importante è una casula seicentesca di velluto verde. Particolarmente significativa è anche la collezione di paramenti di color rosso, formata da piviale, pianeta, dalmatica e tunicella. Sullo scalone nobile sono in mostra le pitture, alcune di arte contemporanea. Dallo scalone si arriva, infine, ai terrazzi da cui si gode un suggestivo panorama.
Per informazioni: 0923 972327; santuariosanvitolocapo@gmail.com