A Trapani Ingegneria delle Tecnologie per il Mare e Infermieristica, ne parliamo con il Rettore Micari [AUDIO]

Ingegneria delle Tecnologie per il Mare e Infermieristica. Sono questi i nuovi corsi di studio che il prossimo anno verranno aperti al Polo universitario di Trapani e annunciati dal Magnifico Rettore dell’Università degli studi di Palermo, Fabrizio Micari.
Questa l’intervista rilasciata alla redazione di Trapanisì.it, per ascoltare schiaccia PLAY:

Nel 2021-2022 saranno attivati 13 nuovi corsi di laurea, che si inseriscono su diversi filoni: nuove lauree triennali ad ampio spettro, lauree triennali professionalizzanti, lauree magistrali di grande qualità e livello di specializzazione. È inoltre prevista l’attivazione sulle sedi decentrate di Agrigento e Trapani di corsi di laurea già esistenti sulla sede di Palermo e, primo caso in Italia, l’attivazione di tre corsi di laurea on-line in lingua inglese, rivolti agli studenti stranieri. In qualche misura si tratta di uno spin-off scaturito dalla grande esperienza maturata in questi mesi sulla didattica a distanza, oltre che dalla volontà di offrire un servizio di qualità agli studenti stranieri che hanno evidenti difficoltà di trasferimento.

“L’analisi dei dati, la valutazione dei risultati conseguiti, la solidità del bilancio e conseguentemente la capacità di progettare azioni importanti per il futuro confermano la continua crescita registrata dal nostro Ateneo nell’ultimo quinquennio e assumono ancora maggiore valore al termine di questo 2020, profondamente segnato dalla pandemia, in cui sono stati fatti sforzi straordinari” commenta il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Fabrizio Micari.

Il corso di studi di Ingegneria delle Tecnologie per il Mare coniuga la flessibilità e l’ampiezza di spettro di una robusta preparazione di base nel campo dell’ingegneria industriale e meccanica, con un orientamento verso le applicazioni in ambiente marino fornendo anche le basi formative per affrontare successivi percorsi di specializzazione nell’ambito delle tecnologie industriali per lo sfruttamento delle risorse marine, della tutela dell’ambiente costiero e dello sviluppo delle relative infrastrutture in ottica di sostenibilità ambientale e di sviluppo ecocompatibile.

I laureati della Classe di infermieristiche sono dotati di un’adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentire loro sia la migliore comprensione dei più rilevanti fenomeni, che sono alla base dei processi fisiologici e patologici ai quali è rivolto il loro intervento, preventivo e terapeutico, sia la massima integrazione con le altre professioni.