Una nuova Eritrina messa a dimora in viale Duca d’Aosta

“È stata una giornata simbolica. Cinque piante erano state abbattute dal sindaco Damiano e dal commissario straordinario del Comune. Oggi, grazie all’impegno di tanti che hanno sostenuto questa battaglia, una pianta è stata rimessa al suo posto originario. Una Erytrina Caffra. Le Erytrine hanno salvato se stesse, hanno fatto nascere una associazione, e messo le radici per una città più verde”.

Così commenta Filippo Salerno, presidente dell’associazione Erythros che, ieri mattina, in viale Duca d’Aosta a Trapani, ha messo a dimora, grazie al contributo di una donatrice non trapanese che ha scelto di restare anonima, un giovane esemplare che si è andato ad aggiungere a quelli, secolari, già presenti.

Come vi abbiamo già raccontato, il luogo non è stato scelto a caso perché proprio da quelle aiuole cominciò l’attività di abbattimento degli alberi, ritenuti pericolosi per la pubblica incolumità, che solo la tenacia di un gruppo di cittadini, poi costituitisi in Comitato e, da qualche mese, in associazione, riuscì a fermare.

Alle operazioni di messa a dimora era presente il sindaco Giacomo Tranchida con la cui amministrazione l’associazione ha stipulato un protocollo d’intesa per la cura del Verde pubblico.