Ucciso tunisino, arrestato connazionale

MAZARA DEL VALLO – Arrestato dai Carabinieri un giovane di 20 anni di origine tunisina che sarebbe il responsabile dell’uccisione di un connazionale di 60 anni.  L’omicidio è avvenuto in un appartamento della casbah di Mazara, quartiere popolato da extracomunitari. Il movente sarebbe a sfondo sessuale. Gli elementi di svolta delle indagini sono stati il ritrovamento dell’arma del delitto, un coltello da pescatore intriso di sangue, e le tracce di sangue presenti sui jeans del giovane  che, in un primo momento era stato ascoltato come testimone del fatto. I due tunisini si erano incontrati occasionalmente nel centro di Mazara del Vallo e la vittima aveva invitato il giovane nella sua abitazione per la cena. Durante la serata, però, nonostante il rifiuto netto del giovane l’anziano aveva continuato con le sue avances. Ne sarebbe seguita una colluttazione nel corso della quale il giovane avrebbe sferrato due coltellate, di cui una risultata fatale. Il sessantenne è morto per dissanguamento.