Trasferimento fraudolento di valori e autoriciclaggio, sequestrata attività commerciale a Paceco

Il titolare è stato già condannato in via definitiva per associazione mafiosa

Un negozio di frutta e verdura è stato sequestrato dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani, con il supporto dei colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Trapani, in esecuzione del decreto emesso dal gip del Tribunale di Trapani nei confronti di un pregiudicato, già condannato definitivamente per associazione mafiosa.

L’uomo, ritenuto essere a disposizione di Cosa nostra trapanese, era stato arrestato dai Carabinieri di Trapani nell’ambito dell’operazione “Scrigno” perché ritenuto elemento di spicco della famiglia mafiosa di Paceco, e dell’operazione “Hesperia” dei Carabinieri del ROS e di Trapani che, lo scorso settembre, lo aveva portato in custodia cautelare in carcere perché indagato per reati in materia di stupefacenti aggravati dal metodo e dalle modalità mafiose.

Lo stesso era stato raggiunto anche da ulteriore provvedimento restrittivo per una presunta estorsione aggravata dal metodo mafioso in relazione alla vendita senza incanto di un immobile.
Dall’attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Trapani, sarebbe emerso che l’uomo avrebbe gestito a Paceco due attività commerciali di compravendita di frutta e verdura, attribuendone fittiziamente la titolarità a propri congiunti per eludere le disposizioni di legge in materia di misure di prevenzione patrimoniali. Gli investigatori dell’Arma hanno appurato che la titolare dell’attività viveva stabilmente in un’altra città e non fosse coinvolta nella gestione.
Da qui l’accusa per l’uomo e i suoi congiunti di trasferimento fraudolento di valori in concorso e autoriciclaggio.

Durante le operazioni di sequestro, che nella hanno interessato l’attività commerciale, con un valore di affari annuo di oltre 300.000 euro, sono state anche contestate da parte dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato di Lavoro di Trapani, sanzioni amministrative per un importo totale pari a 8.500 euro poiché, tra l’altro, nella ditta era presente un lavoratore non regolarmente assunto.

Emergenza idrica in Sicilia, Bica: “Dobbiamo coordinare gli sforzi” [AUDIO]

"Ripristinare pozzi nel Trapanese potrebbe aumentare la portata idrica fino a 150 litri al secondo"
È stato trovato in possesso di circa 50 grammi di marijuana
"Confronto con i gruppi politici sulla seconda metà del mandato”
Il tecnico granata ha evidenziato come sia necessario restare concentrati sugli altri obiettivi
A fare gli onori di casa, il comandante di Reggimento, colonnello Michelangelo Genchi
Il deputato regionale trapanese esorta il centrodestra al governo regionale alla revisione dei quattro milioni in più rispetto al 2023 destinati alle scuole paritarie
Destinati dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali alla Sicilia per il Piano di attuazione locale
"Obiettivo prioritario quello di arrestare l'esodo dei giovani siciliani verso il Settentrione"
Per individuare le cause degli sversamenti a mare nella zona Baia dei Mulini

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Effettuati 76 servizi straordinari tra centro storico di Trapani e aree ritenute “a rischio” di Alcamo, Castellammare del Golfo, Marsala, Mazara del Vallo e Salemi
La refurtiva, per un valore di circa 5mila euro, è stata restituita
Pubblicato l'Avviso di "Project Financing" per l'ampliamento del 19° Padiglione
Negli ospedali di Castelvetrano, Marsala e Trapani saranno allestiti punti informativi
Tre giornate, da oggi a domenica 14 aprile, per gli amanti del giardinaggio e del Verde