Trapani Zona Rossa: i controlli della prima domenica da parte della Polizia locale [VIDEO]

In provincia, è stato alzato il livello d’attenzione da parte delle forze dell’ordine

Strade poco trafficate e controlli che aumentano. La prima domenica di zona rossa a Trapani si è sviluppata in tranquillità con il Comando di Polizia Locale, guidato da Mario Bosco, che ha predisposto una serie di posti di blocco ma non solo.

Guarda il video realizzato ieri:

“C’è tantissima insofferenza da parte dei cittadini che ci contattano anche telefonicamente – afferma l’ispettore capo della Polizia Locale Antonino Pumo, oggi a capo delle operazioni -. Nei mesi di marzo la situazione era diversa, la voglia di uscire era inferiore. Nonostante ciò, c’è grande disciplina e poca circolazione di mezzi in tutto l’asse viario della città di Trapani”.

In provincia, è stato alzato il livello d’attenzione da parte delle forze dell’ordine. La Prefettura ha il via al nuovo piano dei controlli dopo che la Sicilia è stata dichiarata zona rossa. Più agenti in giro, maggiori pattuglie di carabinieri, polizia e guardia di finanza ma anche militari con il protocollo “Strade Sicure” che vede gli uomini del VI reggimento bersaglieri affiancare le altre forze dell’ordine.

Nei giorni passati stretta nelle zone della movida con alcuni giovani che avevano preso la brutta abitudine di fare l’aperitivo d’asporto: ordinazione nel locale e poi consumazione per strada, a pochi metri dal locale stesso.

Per arginare questo fenomeno, il primo cittadino di Trapani aveva emanato una ordinanza sindacale per vietare lo stazionamento, per almeno 100 metri, in prossimità dei luoghi di somministrazione di alimenti e bevande, ancorché per l’asporto.

Nel fine settimana pattuglie a rotazione tra le varie compagnie e stazioni dei carabinieri, stessa cosa anche per i commissariati e per i comandi della guardia di finanza.

“Ieri mattina abbiamo controllato una quindicina di punti vendita tra supermercati e ipermercati e la situazione si è presentata regolare – aggiunge Pumo – . Purtroppo, si è creato un po’ di confusione su alcune limitazioni perché alcuni cittadini si sono informati solo tenendo conto di quelle nazionali e ignorandone altre di tipo regionali molto importanti come il divieto di far visita a parenti e amici. Molto stesso le telefonate ricevute in Comando sono proprio per avere spiegazione e chiarimenti su questi dubbi”.

Il Comune di Trapani tra oggi e domani dovrebbe pubblicare una nuova ordinanza sindacale che decreta la chiusura di alcune strutture pubbliche o lo stop di alcuni servizi.

“Il Comando di Polizia Locale – spiega l’ispettore capo – ha suggerito per lo stop del divieto di sosta per la pulizia delle strade per evitare”. Richiesta che diventerà ufficiale con l’ordinanza. Non è da escludere che possano essere ripetute molte limitazioni che Tranchida aveva posto la scorsa settimana come per esempio la chiusura del mercatino rionale, del Campo Coni e del cimitero cittadino (questo però, a differenza delle altre strutture, solo per il weekend).

Sui social, invece, si sono scatenati i commenti che chiedono la chiusura delle scuole. Numerosi sono i messaggi di cittadini che hanno chiesto ai Comuni ciò che non è stato fatto dalla Regione: la didattica a distanza per tutte le classi e non solo per parte della scuola medie e delle superiori.

Le richieste sono arrivate sia al sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, sia alla sindaca di Erice, Daniela Toscano, che però, si sono adeguati alle decisioni della Regione.